A Cesenatico le premiazioni del secondo concorso fotografico “Italian Liberty”

La famiglia Batani titolare della Select Hotels Collection ha sostenuto e promosso l'iniziativa del giovane Andrea Speziali, ideatore e direttore del concorso, studioso ed esperto della corrente artistica "Art Nouveau" oltre che autore di diverse monografie sul tema.

È stato il Grand Hotel da Vinci di Cesenatico ad ospitare, le premiazioni del secondo concorso fotografico “Italian Liberty”, la manifestazione organizzata e promossa da AITM Art. La famiglia Batani titolare della Select Hotels Collection ha sostenuto e promosso l’iniziativa del giovane Andrea Speziali, ideatore e direttore del concorso, studioso ed esperto della corrente artistica “Art Nouveau” oltre che autore di diverse monografie sul tema.

Già noto sul territorio nazionale e conosciuto anche all’estero per le sue iniziative e i siti web che hanno raggiunto 10milioni di visitatori grazie a un team capace e volenteroso per la promozione di una delle correnti artistiche più seducenti della Storia dell’Arte. Il contest ha inteso e intende appassionare i giovani e i meno giovani al progetto culturale che rientra all’interno dell’iniziativa Italia Liberty (www.italialiberty.it), nata con l’intenzione di censire il patrimonio architettonico nella penisola, tra fine ‘800 e inizi ‘900, legato al Liberty e all’Art Déco e promuovere itinerari turistici legato allo stile.

Diciottomilatrecentosettantaquattro le foto in concorso, oltre ogni più rosea previsione, un autentico patrimonio che ha consentito di portare alla ribalta diversi luoghi ispirati alla “Art Nouveau” ancora da riscoprire nella loro bellezza. E’ fuor di dubbio che la grande mole di materiale fotografico, giunta alla segreteria del Premio, sia testimonianza del gradimento che l'iniziativa ha incontrato, non solo fra i professionisti, ma anche e soprattutto fra i giovani delle scuole di ogni ordine e grado, oltre agli amanti della bellezza e dei valori di cui il Liberty è portatore.

La cerimonia ha ottenuto grande successo con oltre 300 presenze provenienti da ogni parte d’Italia e anche dall’estero in compagnia del direttore artistico Andrea Speziali. Il primo classificato è Cristina Ortolani con la foto di Palazzo Vittoria a Torino. Davide Bordogna ritira il secondo premio per lo scatto fotografico dell’interno del Casinò Municipale di San Pellegrino Terme. Ha espresso gratitudini il sindaco della città, Vittorio Milesi intento a promuovere il Liberty a San Pellegrino con visite guidate in collaborazione con Italia Liberty. Il terzo premio è stato aggiudicato a Roberto Conte con una foto della scalinata esagonale di Casa Guazzoni a Milano.

Florian Castiglione ritira il quarto premio con la foto della palazzina Velardi a Napoli, il primo esempio di Liberty napoletano. Il quinto premio lo ha ritirato Alessandro Morelli con l’interno di Casa Campanini a Milano, mentre il sesto premio lo ritira Mario Barbieri con una suggestiva foto di una scultura conservata al Cimitero Monumentale di Staglieno (Genova). Marco Mazzon giunge al settimo posto della classifica con Casa Valdoni a Trieste. All’ottavo posto emerge villa Masini, storica villa Liberty ripresa nel film ‘’La via è bella’’ fotografata da Mario Ristori. Nono classificato Daniele Collia con la foto notturna dello storico teatro romano Ambra Jovinelli. Roberto Colombo è il decimo classificato con lo scatto della birreria Poretti a Varese. Ritorna il Liberty milanese in uno scatto di Marco Pascucci che riprende Casa Ferrario con i balconi lavorati in ferro battuto da Alessandro Mazzucotelli. Si conclude la classifica dei dodici finalisti con lo scatto ‘’Florilegio’’ di Marcello Karra che ritrae il monumento dedicato a Francesco Perez nella chiesa di San Domenico a Palermo.

L’opera era in sinergia con l’abito realizzato da Nadia Fidanzi con la tecnica del merletto (Aemilia Ars) e indossato da una modella per la cerimonia. Un pregiato lavoro di inestimabile valore. Ai dodici finalisti si aggiungono cinquanta attestati per la menzione d’onore rilasciata dal presidente di giuria, Cecilia Casadei (Vicepresidente dell’Accademia di Belle Arti a Urbino). Per la terza edizione si annunciano delle novità come quella del video richiesta dagli stessi concorrenti come Paolo Pascucci che ha pensato a dei cortometraggi per raccontare la Belle Epoque attraverso la tecnica del video.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento