Eventi Centro  / Via Aurelio Saffi

Guardia di Finanza, gran finale per le celebrazioni dei 250 anni: concerto con Paolo Olmi

Anche questa volta al centro della scena ci saranno le future generazioni. Ad esibirsi, infatti, saranno quindici giovani orchestrali della Young Musicians European Orchestra

Lunedì 17 giugno, a Forlì, la musica classica risuonerà in una cornice d’eccezione: l’Abbazia di San Mercuriale, uno dei simboli della città e dell'intera Emilia-Romagna, riportata alla sua originaria bellezza dopo i lavori di restauro che hanno interessato anche lo splendido campanile. L’appuntamento - organizzato anche con il patrocinio del Comune di Forlì - costituisce il momento conclusivo di una serie di eventi che il Comando Provinciale di Forlì ha voluto dedicare ai romagnoli, nell’anno in cui le Fiamme Gialle celebrano il 250° Anniversario di fondazione del Corpo.

Anche questa volta al centro della scena ci saranno le future generazioni. Ad esibirsi, infatti, saranno quindici giovani orchestrali della Young Musicians European Orchestra che suoneranno Le Quattro Stagioni di Vivaldi, con la direzione del maestro Paolo Olmi. Protagonista di opere e concerti in tutto il mondo - da Tokyo a Londra, Berlino, Parigi, Chicago, Madrid, Lisbona, Venezia, Roma, Milano, Barcellona, Pechino, Shanghai, Toronto - il maestro Olmi ha diretto quasi tutti i titoli verdiani, poi le opere di Puccini, Mozart, Donizetti, tutti i grandi operisti e i grandi titoli della storia della musica; nella sua carriera ultratrentennale ha diretto anche grandissimi solisti come Gazzelloni, Accardo, Ughi.

"Il concerto - che vuole lanciare un messaggio di distensione in un momento in cui si avverte forte l’esigenza di pace e conciliazione nel mondo - si pone nel segno della continuità con le altre iniziative di solidarietà organizzate dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì per ricordare la storia ultracentenaria del Corpo e la vocazione sociale della mission istituzionale al servizio della collettività", spiegano dal comando di Piazza Dante.

Nei giorni scorsi, infatti, i Finanzieri-donatori in servizio presso i Reparti della provincia, si sono dati appuntamento presso i punti di raccolta dislocati sul territorio per una donazione del sangue, cui ha fatto seguito la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con l’Avis Comunale di Cesena. Qualche giorno dopo, poi, una delegazione delle Fiamme Gialle ha fatto visita ai bambini e agli anziani ricoverati presso l’ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì, portando la solidarietà e la gratitudine del Corpo al personale tutto del presidio ospedaliero forlivese per il lavoro svolto nella loro importante missione sociale.

L’accesso al concerto di lunedì sera, che avrà inizio alle 21, è riservato ai possessori di biglietto, messo in vendita ad un prezzo simbolico, sino ad esaurimento posti. Sarà anche possibile assistere gratuitamente alle prove generali che si terranno nello stesso giorno in San Mercuriale, con inizio alle ore 17.00; anche in questo caso, sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Chi è Paolo Olmi

Paolo Olmi è stato il primo direttore d’orchestra italiano in Cina e ha portato l’Opera Lirica e la Musica Italiana in tutto il mondo: dall’India al Libano all’Oman a Cuba. Noto al grande pubblico per le sue numerose apparizioni televisive, tra le quali il concerto trasmesso in mondovisione in occasione del XX anniversario di pontificato di Giovanni Paolo II, da qualche anno il maestro Olmi si dedica al Concerto di Natale e al Concerto di Pasqua realizzati in Terra Santa in collaborazione con il Governo di Israele, la Autorità Nazionale Palestinese, la Rai e il Mibact, lavorando assieme alla “sua” Orchestra dei Giovani Europei.

La Young Musicians European Orchestra

Rinomata in tutta Europa, la Young Musicians European Orchestra è formata da talentuosi musicisti di età compresa tra i 15 e i 28 anni provenienti da ogni parte del Vecchio Continente e da altri Paesi del globo, che si esibiscono in tutto il mondo per promuovere la pace, la cultura e il dialogo tra le nazioni. A suonare con loro per l’importante «compleanno» delle Fiamme Gialle ci sarà, tra gli altri, anche il giovane ma ormai affermatissimo violinista Indro Borreani.

Indro Borreani

Cuneese di nascita, classe 2000, Indro Borreani a quattro anni intraprende lo studio del pianoforte e un anno dopo inizia il percorso formativo in ambito violinistico. Vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, partecipa a masterclass con nomi importanti della scena musicale europea quali: Felice Cusano, Uto Ughi, Sergio Lamberto, Ilya Grubert e Dejan Bogdanovic.

Ha suonato per le principali società concertistiche italiane tra cui Bologna Festival e l’Accademia Filarmonica di Messina e collabora, inoltre, con numerose orchestre prestigiose tra cui l’Orchestra Sinfonica di Sanremo e l’Orchestra dei giovani talenti Italiani sotto la direzione del Maestro Uto Ughi; a soli 22 anni vince il concorso presso il Teatro alla Scala di Milano. Maggiori informazioni potranno essere richieste al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Finanza di Forlì (tel. 0543.27711 – email: fc050.protocollo@gdf.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di Finanza, gran finale per le celebrazioni dei 250 anni: concerto con Paolo Olmi
CesenaToday è in caricamento