"Stiv Cantarelli e the silent strangers" al Magazzino Parallelo

MAGAZZINO SONORO, OTTOBRE/NOVEMBRE 2014
9a stagione musicale del circolo Arci Magazzino Parallelo, Cesena (Fc)
INGRESSO GRATUITO CON OFFERTA LIBERA
mercoledì 29 ottobre 2014 ore 21
STIV CANTARELLI E THE SILENT STRANGERS
tour europeo

Dal country punk virato psych al rock'n'roll incendiario e selvaggio, al folk rock, Stiv Cantarelli nella sua ventennale carriera ha avuto modo di approfondire ogni lato della sua sfaccettata personalità musicale. Qui presenta il nuovo disco Banks of The Lea, in uscita nel Regno Unito il 29 Settembre 2014 e nel resto d'Europa il 31 Ottobre, seguìto da un tour europeo che toccherà gran parte del Nord Europa.

Stiv Cantarelli: voce, chitarre
Antonio Perugini: batteria, percussioni
Fabrizio Gramellini: basso, chitarra
Roberto Villa: saxofono, slide, chitarra
Alberto Bazzoli: pianoforte, Hammond
Recensione da "Fase controfase" Magazine

C'e' una scena rock italiana sempre piu' affollata di artisti eccellenti che hanno difficolta' ad emergere. Era il 1999 quando Stiv Cantarelli e la sua band, originari di Firenze, iniziarono a far circolare i loro suoni mescolando rock grezzo e post punk con richiami alla musica di confine. "Punk rock with border stories" è la definizione che trovate sul loro sito ufficiale e non ci sarebbe altro modo di definirla. Questo nuovo album "Banks of the Lea", si apre con il suono della chitarra distorta e sporca sopra una batteria martellante quasi alla Clash. "The Streets" ci riconcilia con il rock riportandolo a quello che dovrebbe essere: nessun arrangiamento patinato ma suono "stradaiolo", cantiniero, da garage come ultimo rifugio per provare le canzoni che poi daranno vita all'album. "Frenzy" potremmo quasi considerarla la canzone punk che gli Who non hai mai inciso. "Jason Hit The City", con fiati e tastiere in primo piano, ci riporta al rock americano della meta' degli ottanta e con la successiva "Razon - Pistol" ci addentriamo nei territori "on the border": slide guitar, basso che mette a dura prova l'impianto e la voce che narra molto in stile "poetry" sino ad esplodere in ritmiche a cavallo tra hard rock e punk ."Sasha" prosegue sulla stessa linea accentuando le sonorita' folk e/o country con una parte vocale davvero incantevole sovrapponendosi a "Arrogance Blues" che ci restituisce il rock-blues, vissuto, suonato con virtuosismo ma anche con immensa passione. "Lacalifornia" vi fara' sobbalzare dalla sedia: chitarre tirate allo spasimo, grinta da vendere, echi di punk e di Iggy Pop presenti quasi in ogni nota. Il ritmo sembra davvero essere inarrestabile per Stiv Cantarelli ed il suo gruppo e la loro vocazione ad un suono "meticcio" ritorna in "Soul Seller", mistura di garage rock, psichedelia e post punk, ed in "Leaving Blues", con un continuo alternarsi di rock, blues e ancora rock. Il vero gioiello di "Banks Of the Lea" e' pero' la traccia conclusiva. "Before I Die" trasuda tutto cio' che il rock ha inventato nella sua storia: echi di psichedelia, fantasmi di Jim Morrison e Nick Cave che rincorrono suoni rock nella loro essenza oltre che nella forma.

Per chi non l'avesse ancora capito questo disco di Stiv Cantarelli & The Silent Strangers e' la dimostrazione che anche in Italia si puo' suonare e produrre rock lasciandosi dietro le spalle un certo nazionalismo che spesso e' davvero fuori luogo. Oltre a caldeggiare in tutti i modi l'ascolto di "Banks Of The Lea" ci piacerebbe che lo diffondeste, lo promuoveste perche' in Italia di dischi come questo ne escono sempre meno.

Circolo Arci Magazzino Parallelo, Via Genova, 70, Cesena (Fc),
di fronte alla facoltà di Ingegneria nella zona dell'ex mercato ortofrutticolo.
Aperto da mercoledì a domenica + aperture straordinarie
Tel. 345/2374915 - 339/7773819 mail: magazzinoparallelo@gmail.com
www.facebook.com/magazzino.parallelo

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Bellezze Inaspettate", le installazioni di Michel Rosenfelder che sorprendono Cesena

    • Gratis
    • dal 12 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • sedi varie - vedi programma
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    CesenaToday è in caricamento