Bonsai e cultura giapponese protagonisti: a Cesena il primo Italian Koi Show

“Sono felice che Elisa e Chiara abbiano intrapreso quest'iniziativa che riguarda il Giappone, un paese al quale sono fortemente legato da questi miei 4 anni trascorsi. Un paese fantastico che ritengo affascinate da tutti i punti di vista a cominciare da quello culturale. Quindi a questa splendida manifestazione auguro un gran in bocca al lupo e spero sia seguita enormemente”. Così Alberto Zaccheroni, romagnolo d’hoc e Ct della nazionale del Giappone saluta il primo Italian Koi Show, mostra di koi, bonsai e arte del giardino giapponese che si terrà a Cesena Fiera il 24 e 25 maggio.

Nato dall'iniziativa di due giovani imprenditrici cesenati, Elisa Marzocchi e Chiara Romanini e in collaborazione con Nipponica, la prima vera fiera dedicata alla Koi si preannuncia un grande evento. Tanto da aver ricevuto persino il patrocinio del Consolato Generale del Giappone, sede di Milano. Oltre ad essere il primo evento italiano dedicato alle Koi, all’arte del bonsai ed alla cura del laghetto ornamentale, l’IKS sarà anche una manifestazione di intrattenimento per grandi e bambini: due giorni di laboratori didattici rivolti alle scuole, d'iniziative culturali per approfondire il prezioso incontro tra Italia e Giappone con oltre 4000 metri quadrati dedicati agli espositori delle koi e dei pesci rossi, dei garden, dei laghetti e dei bonsai. “In Italia da qualche anno ha preso piede il mercato di questo settore – spiegano entusiaste Elisa e Chiara - settore che nel nord Europa è già in grande sviluppo. Così abbiamo pensato fosse arrivato il momento opportuno per incentivare questo mercato e soprattutto questa passione anche in Italia. Italian Koi Show non vuole limitarsi ad essere una fiera mercato, ma si propone come un vero e proprio evento di incontro della cultura giapponese, che possa trasmettere la passione per le carpe e l'arte del giardino giapponesi, facendo conoscere ai visitatori questi pesci ornamentali, che nell’iconografia classica giapponese rappresentano la forza e la bellezza, ma anche i laghetti e i giardini che ben si adattano al nostro clima, dato che si possono utilizzare piante autoctone”.

La fiera avrà tre grandi settori. Uno dedicato ai bonsai con mostre, workshop tenuti da esperti nazionali ed internazionali e con un ospite-espositore d'onore: Bruno Beltrame, collezionista italiano, unico non giapponese al mondo ad aver vinto con una sua pianta le res japonicae al Koku Fu-ten in Giappone, la più importante mostra al mondo di bonsai. Una seconda area espositiva sarà dedicata al garden giapponese ed alle piante acquatiche ed infine il cuore della fiera: il settore dedicato alle Koi, una piazza su cui si affacceranno gli espositori. Per l'occasione sarà anche organizzato il primo concorso dei bellezza Koi in Italia, aperto a tutti, con una giuria formata dai giudici internazionali, esperti e qualificati: Ronald Stam, Rudi Van Der Broeck e Maurizio Fumagalli. Lo ZNA Koi Club Milan, rappresentante italiano del Zen Nippon Airinkai originario del Giappone, sarà inoltre presente durante tutta la manifestazione garantendo il proprio supporto professionale, anche ai non iscritti, per preparare al meglio le Koi. Luca Ceredi, il primo allevatore in Italia di carpe koi e cesenate d’hoc, terrà un percorso didattico sulla cura delle carpe e dei laghetti per pesci rossi. Non poteva mancare l’angolo food, uno spazio riservato alla cultura ed al cibo giapponese gestito dal rinomato sushi chef Roberto Okabe, del Finger's garden di Milano.

Nella giornata di apertura della fiera, lo chef Okabe, proporrà ai visitatori un aperitivo con finger food in concomitanza con la sfilata di Chiara Botteli, esperta di arte tessile giapponese, che dimostrerà come applicare parti di kimono sulla moda occidentale. Oltre al settore dedicato alla cultura giapponese, studiata per l’occasione in collaborazione con Nipponica, che comprenderà mostra di Ikebana e vestizione del Kimono, sarà poi allestita una vasta area bimbi: spazio gioco, organizzazione di laboratori manuali di origami e di kamishibai o “teatro di carta” con la partecipazione di Manekineko-kai, associazione di mamme giapponesi residenti in Italia che si occupa di trasmettere ai bambini la cultura giapponese e ancora momenti di “judo in gioco” con Judo KodoKan Cesena, associazione sportiva che da circa cinquant’anni si occupa del Judo. Il Consolato Generale del Giappone ha infine messo a disposizione dei bambini presenti bellissimi giochi di legno originali giapponesi, che saranno illustrati da una mamma giapponese. E ancora conferenze ed iniziative culturali curate da stimati esponenti del settore, per una due giorni tra cultura, divertimento, cibo, carpe e giardini giapponesi.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

I più visti

  • Il centro si popola di zombie per un Halloween in stile “The Walking Dead”

    • Gratis
    • 31 ottobre 2020
    • Centro storico
  • Due incantevoli chiese cesenati tutte da scoprire

    • Gratis
    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • chiesa di Santa Cristina e la chiesa di Sant'Agostino
  • Maternità e lavoro: se ne parla al Ridotto con il film “Mamme fuori mercato”

    • Gratis
    • 30 ottobre 2020
    • Palazzo del Ridotto
  • L'unione fra uomo e natura nell'esposizione "Alberi eretici ermetici" di Marisa Zattini

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 1 novembre 2020
    • Galleria Comunale d’Arte del Palazzo del Ridotto
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    CesenaToday è in caricamento