menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Concita De Gregorio a Luca Scarlini: finale in grande stile "La bellezza delle parole"

Si comincia alle ore 11, nel Chiostro di San Francesco con la giornalista a scrittrice Concita De Gregorio, che racconterà “Cosa pensano le ragazze” (questo è anche il titolo del suo nuovo libro, appena uscito per i tipi di Einaudi)

Finale in grande stile “La bellezza delle parole”, che si conclude domenica con un ricco programma di appuntamenti. Si comincia alle ore 11, nel Chiostro di San Francesco con la giornalista a scrittrice Concita De Gregorio, che racconterà  “Cosa pensano le ragazze” (questo è anche il titolo del suo nuovo libro, appena uscito per i tipi di Einaudi). Partendo da una montagna di videointerviste a ragazze, adolescenti, donne mature e anche anziane (che, una al giorno, vengono pubblicate su Repubblica.it) realizzate negli ultimi due anni, De Gregorio orchestra una sinfonia di racconti, che prendono spunto da un frammento di verità ma si aprono alla libertà di immaginare vite e mondi, creando una mappa per decifrare le ragazze del nostro tempo.

Alle 15 in Biblioteca Malatestiana riflettori puntati sulle parole al servizio del cinema con una tavola rotonda degna di un David di Donatello. Protagonisti gli sceneggiatori dei film più interessanti della stagione: Paola Mammini, vincitrice, insieme ai colleghi, del David alla Migliore sceneggiatura per il film “Perfetti Sconosciuti”; Nicola Guaglianone e Menotti, tra gli artefici di “Lo chiamavano Jeeg Robot” (vincitore di sette David); Francesca Serafini e Giordano Meacci coautori, insieme a Claudio Caligari, del film “Non essere cattivo”. Meacci è in concorso anche al premio Strega con “Il cinghiale che uccise Liberty Valance”.

Alle 16, in piazza Giovanni Paolo II si rinnova, per la gioia di piccoli e grandi,  l’appuntamento con la Compagnia Opera dei Pupi “Brigliadoro” diretta da Salvo Bumbello, e con  le storie di Carlo Magno e dei suoi Paladini. Alle 16.15 al Palazzo del Ridotto, sbarca saggista e storyteller Luca Scarlini, voce storica di Radio Tre con “Ziggy Stardust”. Tra video, musiche e racconto ipnotico e travolgente, Scarlini ci farà entrare  nelle scene, nei teatri, nella vita di una rockstar messianica in un mondo sull’orlo dell’apocalisse, riportandoci nell’atmosfere degli anni dello sbarco sulla luna e delle musiche di “Space Oddity”(1969), delle atmosfere di 2001 Odissea nello spazio (1968).

Alle ore 17.30 nel Chiostro di San Francesco, il gradito ritorno di  Paolo di Paolo, finalista al Premio Strega nel 2013 con “Mandami tanta vita”, che converserà con Romana Petri, recente vincitrice del Premio Mondello 2016 – sezione Opera Italiana, con il suo ultimo romanzo “Le serenate del Ciclone”. Filo conduttore dell’incontro con i due scrittori le “Parole quasi (solo) d’amore”. L’ultimo appuntamento della giornata è alle ore 18.45, al chiostro di San Francesco. A dar vita all’incontro la scrittrice Evelina Santangelo, autrice del romanzo “Non va sempre così”, e la sua editor Dalia Oggero. Accanto a loro un a guest star d’eccezione come  Teresa De Sio, che leggerà alcuni brani del romanzo di Santangelo. E non è escluso che, al termine del reading, imbracci la chitarra per un mini-concerto dedicato al pubblico della “Bellezza delle parole”.

Gli eventi sono a ingresso libero, fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo, gli spettacoli previsti all’aperto si terranno in Biblioteca Malatestiana o al Palazzo del Ridotto.

La rassegna “La Bellezza delle Parole”, curata da Emiliano Visconti, è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena, con la collaborazione della Regione Emilia – Romagna e del Museo internazionale delle marionette “Antonio Pasqualino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento