menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Bonci apre la stagione musicale nel nome di Renato Serra con "Abschied"

Proseguendo nell’originale progetto di costruire proprie produzioni musicali, il Teatro Bonci ha promosso, nell’ambito delle celebrazioni serriane, la realizzazione da parte del Conservatorio di Cesena di un concerto in forma di spettacolo

La stagione musicale del teatro Bonci si apre nel nome di Renato Serra, con “Abschied”, concerto in forma di spettacolo prodotto dal conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena. L’iniziativa, che fa parte del cartellone del Bonci e rientra nel programma delle celebrazioni per il centenario della morte di Serra, è stato presentato ufficialmente.

Proseguendo nell’originale progetto di costruire proprie produzioni musicali, il Teatro Bonci ha promosso, nell’ambito delle celebrazioni serriane, la realizzazione da parte del Conservatorio di Cesena di un concerto in forma di spettacolo. Il titolo “Abschied” rimanda all’opera di Gustav Mahler “Il canto della terra”, composta tra il 1908 e il 1909, per orchestra sinfonica e due cantanti. I movimenti sono sei per altrettanti lieder, l’ultimo dei quali, “Der Abschied”, eseguito in questo concerto, è una patetica e dolente dichiarazione di addio e di morte.
 

I compositori Claudio Scannavini e Marco Taralli, docenti del Conservatorio di Cesena, nell’elaborare una composizione originale hanno inserito un riferimento significativo al capolavoro di Mahler, che rappresenta un presagio dell’imminente conflitto e della rovina che la guerra stava per portare in tutta Europa. Altri importanti inserimenti nel testo musicale sono realizzati attraverso l’uso di tecnologie multimediali curate dal Dipartimento Nuove Tecnologie del Conservatorio di Cesena.

La composizione è eseguita dall’Ensemble “Metamorphosen” del Conservatorio di Cesena, guidata dal Maestro concertatore Paolo Chiavacci. L’allestimento costituito prevalentemente da un’accurata regia scenotecnica e illuminotecnica provvede a facilitare la fruizione di un’affascinante e originale partitura musicale, composta per l’occasione. Lo spettacolo si terrà domenica (ore 21), con l'abbonamento “Teatro musicale”.

Musiche per Renato Serra di Claudio Scannavini, Marco Taralli, Gustav Mahler
eseguite dall'Ensemble “Metamorphosen” del Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena 
Maestro concertatore Paolo Chiavacci
pianoforte Luigi Tanganelli
mezzosoprano Dalma Krajnyak
una produzione del Conservatorio "Bruno Maderna" di Cesena
Dipartimento Composizione e Nuove Tecnologie

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento