Welfare aziendale per le imprese del terziario: Ebiter Confcommercio fa il punto

"Il welfare aziendale sta entrando di fatto e di buona lena nelle imprese del terziario territoriali", rimarca il presidente Ebiter Angelo Malossi

"Le nuove strade del welfare aziendale. Vantaggi per aziende e lavoratori": è il tema dell'incontro promosso da Ebiter, l'ente bilaterale del terziario del comprensorio cesenate, a cui aderiscono Confcommercio cesenate e i sindacati di categoria Cgil, Cisl e Uil, giovedì alle 15 nella sede di Icook in via Leopoldo Lucchi 285 a Cesena. Apriranno i lavori il presidente Ebiter Angelo Malossi e Alverio Andreoli, vicepresidente Confcommercio cesenate. Interventi di Alessandro Rapisarda, consulente del lavoro specializzato in Human Capital Managenent e di Luigi Angelini, amministratore delegato di Welfare gratis. Moderatori Lorenza Giorgini, segretaria di Ficams Cigil e vicepresidente Ebiter e Gianluca Bagnolini, segretario di Fisascat Uil.

"Il welfare aziendale sta entrando di fatto e di buona lena nelle imprese del terziario territoriali - rimarca il presidente Ebiter Angelo Malossi – e rappresenta una significativa opportunità per i dipendenti: si tratta di quell'insieme di beni servizi promossi dal datore di lavoro e offerti direttamente al dipendente, con la finalità di migliorare la qualità della sua vita e dei suoi familiari: viaggi, spettacoli, corsi di lingue, formazione, testi e rette scolastiche, prestazioni sanitarie, palestre, piscine, centri termali, cinema, buoni spesa e carburanti a altro ancora. Ebiter che statutariamente opera anche a favore della formazione di imprenditori e collaboratori, intesi come componenti armoniche e sinergiche del tessuto aziendale, con questo incontro vuole informare sui pacchetti disponibili per introdurre il welfare aziendale in azienda".

"Avere dipendenti che stanno bene sia sul luogo di lavoro che a casa permette di incrementare la produttività dell’impresa - sottolinea Alverio Andreoli, vicepresidente Confcommercio cesenate - di valorizzare tutte le risorse e di creare un ambiente favorevole. Attraverso un programma di welfare aziendale, oggi è possibile dare vantaggi ai propri dipendenti, ottenendo anche degli importanti benefici fiscali. E' nel dna del piccolo imprenditore la propensione a creare ambienti di lavoro, incentivi e benefici che mettano a loro agio i collaboratori e quindi il welfare aziendale, prevedendo la possibilità di erogare benefit a singoli dipendenti ,si innesta in una logica che appartiene al modo di ragionare e di agire delle nostre piccole imprese".

L'articolo 541 del Tuir prevede la possibilità di erogare benefit a singoli dipendenti entro il limite di 258,23 euro per dipendente per anno fiscale. Entro questa cifra è possibile usufruire della detassazione totale. Le soluzioni per mettere in atto un percorso di welfare aziendale sono molteplici. "Proprio per questo - chiudono Malossi e e Andreoli - Ebiter e Confcommercio hanno pensato a due appuntamenti per fare chiarezza e informazione sul tema, coinvolgendo esperti del settore e portando casi concreti di attuazione. Dopo quello di giovedì, il secondo si terrà martedì 30 ottobre alle 15 al Grand Hotel Da Vinci viale Carducci a Cesenatico. I due appuntamenti sono a ingresso gratuito, ma è gradita una conferma allo 0547 - 639811 o info@ebitercesena.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento