rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Economia

Crisi Clafc, il M5S: "Tutelare le imprese costituite dopo la messa in liquidazione dell'azienda"

I consiglieri chiedono anche “l’istituzione di un tavolo per il coordinamento delle iniziative dirette al superamento della crisi occupazionale della ex Clafc

La giunta e l’assemblea legislativa “sollecitino le associazioni di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo a intervenire nella gestione della crisi dell’ex Clafc e, in particolare, a supportare le nuove imprese costituite dopo la messa in liquidazione dell’azienda”. A chiederlo, attraverso una risoluzione, è il gruppo Movimento 5 Stelle. La cooperativa Clafc, si legge nell'atto di indirizzo, “è stata per anni una fondamentale presenza nel panorama produttivo dell’Appennino cesenate, operando in più settori, dall’edilizia ai lavori stradali, dalla manutenzione del verde alle opere di forestazione”. Successivamente alla liquidazione “è stata costituita una nuova cooperativa, che ha raccolto parte delle maestranze, in particolare quelle impegnate nelle attività di gestione del verde”. Nella risoluzione si richiede, inoltre, a giunta e assemblea di “individuare, per le nuove imprese, le possibilità di accesso ai diversi strumenti assicurati dalla Legge regionale 6 del 2006 e dalle altre disposizioni normative regionali e nazionali sulla materia”. I consiglieri chiedono anche “l’istituzione di un tavolo per il coordinamento delle iniziative dirette al superamento della crisi occupazionale della ex Clafc, con il coinvolgimento attivo degli enti locali, delle associazioni cooperativistiche, degli istituti di credito e delle organizzazioni dei lavoratori”, oltra “a garanzie sull’operatività del fondo per il microcredito”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Clafc, il M5S: "Tutelare le imprese costituite dopo la messa in liquidazione dell'azienda"

CesenaToday è in caricamento