menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valle Savio, volata finale per il rimborso Irap. Già 135 le domande di Confartigianato

“Confartigianato – affermano il presidente Confartigianato Valle Savio Valerio Cangini e il responsabile Pierluigi Battistini - valuta positivamente il provvedimento della Regione Emilia Romagna"

Sono già 135 le domande presentate da Confartigianato Valle Savio per ottenere il rimborso dell'Irap pagata nel 2017, ma tante altre imprese possono beneficare del provvedimento della Regione Emilia Romagna. Per Confartigianato Valle Savio è un'occasione propizia di cui approfittare per imprese montane, un concreto sostegno a chi intraprende nelle zone montane svantaggiate.

“Confartigianato – affermano il presidente Confartigianato Valle Savio Valerio Cangini e il responsabile Pierluigi Battistini - valuta positivamente il provvedimento della Regione Emilia Romagna che ha erogato risorse per le imprese montane che storicamente scontano un gap rispetto a quelle di pianura: hanno più difficoltà,e costi maggiori e servizi minori (scuole, università, sanità trasporti,logistica) e scontano il fatto di  essere dislocate in queste zone sempre a rischio di spopolamento e conseguente impoverimento. Per questo reputiamo un segnale importante di attenzione quello della Regione che ha recepito le nostre richieste e che anche per la E45 bloccata, nei lunghi mesi di chiusura del viadotto Puleto, ha mostrato massima attenzione al problema ed è stato l'unico ente a risarcire le imprese per i danni subiti. Confartigianato lo rimarca sempre: la montagna è un bene prezioso da salvaguardare e mantenere e che offre alla pianura acqua, bene prezioso, ed aria pulita”.

Il bando regionale prevede il rimborso di parte dell'Irap pagata per l'anno di imposta 2017 e scade il prossimo due dicembre o ancor prima prima perché è un provvedimento ad esaurimento dei fondi stanziati. “È dunque importante per le imprese che non lo hanno ancora fatto, presentare la domanda – proseguono il presidente Cangini e il responsabile Confartigianato Battistini - muovendosi tempestivamente per non correre il rischio di trovare i fondi esauriti. Confartigianato ha svolto un'opera capillare di informazione e consulenza alle imprese, come testimoniano le molte domande inoltrate, ed è a disposizione di coloro che ancora non hanno provveduto a inoltrare la loro, per evitare che restino esclusi da una opportunità di rimborso che ha dato un segnale importante di attenzione ai nostri territori montani”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento