menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un ponte tra università e lavoro: al via un progetto per 120 studenti

“L’iniziativa - spiegano Giorgio Piastra, direttore Iscom e Confcomemrcio, Fabrizio Abbondanza (Serinar), Francesca Zappi (Ial Emilia Romagna) - è stata avviata in questi giorni e si concluderà a settembre 2018"

E’ stato avviato il progetto sperimentale “La qualificazione delle transizioni dai percorsi universitari al lavoro nell’Alma Mater Studiorum di Bologna”, frutto di un accordo fra Iscom Formazione Forlì-Cesena, IaL Emilia Romagna, Università di Bologna (Campus di Forlì e Cesena), Serinar, Cise e Manpower, con il supporto dei Comuni di Forlì e Cesena, di Confcommercio Cesena, Cisl Romagna. L'intervento, approvato dalla Regione Emilia Romagna e co-finanziato dal Fondo sociale europeo  Regione Emilia-Romagna, si pone come obiettivo l’accompagnamento nel mondo del lavoro di studenti universitari che stanno completando il corso di laurea e di neolaureati nei due Campus romagnoli di Cesena e Forlì.

“L’iniziativa - spiegano Giorgio Piastra, direttore Iscom e Confcomemrcio, Fabrizio Abbondanza (Serinar), Francesca Zappi (Ial Emilia Romagna) - è stata avviata in questi giorni e si concluderà a settembre 2018. Interesserà circa 120 giovani, con diverse azioni diversificate fra loro: innanzitutto ci sarà una fase iniziale di orientamento individuale, che consisterà in 3 ore di colloquio, finalizzata alla presa in carico di ogni singolo ragazzo; seguirà una prima parte formativa a piccoli gruppi per illustrare il sistema economico e produttivo attivo sul territorio provinciale e per conoscere quali sono gli strumenti più idonei per una ricerca attiva di un impiego".

"Il terzo step - proseguono - riguarderà una successiva azione formativa, che si svilupperà in 3 corsi della durata di 40 ore ciascuno, finalizzati alla conoscenza delle strategie di comunicazione aziendale, ai principi di organizzazione delle imprese e ai concetti base sul lavoro in squadra. Il quarto passo verterà sulla sicurezza sul lavoro con l’implementazione di tre iter formativi di 16 ore ciascuno". Parte del progetto formativo sarà curato dalla Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini e dalla sua azienda speciale Cise. “Alle Camere di Commercio - commenta Alberto Zambianchi, vicepresidente dell’ente Camerale e presidente del Cise - è affidato il compito di facilitare l’ingresso nel mercato del lavoro dei giovani, in collaborazione con le organizzazioni e le aziende del territorio. In particolare, i moduli formativi curati dagli esperti di Cise. e della Camera di commercio metteranno in luce anche alcuni aspetti legati all’ imprenditorialità e alle caratteristiche del sistema economico locale”.

I giovani possono scegliere di partecipare anche solo ad alcune della azioni previste: gli orientatori ed il personale coinvolto sapranno indirizzarli verso il percorso a loro più idoneo,  rispondendo ad  esigenze ed  attitudini individuali. L’intero progetto contempla anche la partnership di diverse imprese private attive sul territorio cesenate e forlivese, grazie alle quali si svilupperanno le fasi successive del progetto, con tirocini in azienda della durata di tre mesi, diversificati per studenti che stanno completando il corso di laurea e neo laureati. Tutti i tirocini si concluderanno con la formalizzazione e certificazione delle competenze acquisite dal tirocinante ed il rilascio della “Scheda di capacità e conoscenza” in riferimento al sistema SRFC previsto dalla Regione Emilia Romagna, che riconosce ai giovani le capacità e conoscenze acquisite durante il percorso svolto.

L’ultimo step del progetto, curato in collaborazione con Manpower (agenzia interinale del lavoro), prevede l’ inserimento lavorativo in aziende di circa 10 giovani, con contratto di lavoro a tempo indeterminato o di apprendistato di III° livello. “Si tratta, quindi - concludono Piastra, Abbondanza e Zappi – di un progetto di grande respiro, la cui peculiarità sta nella stretta sinergia di competenze fra mondo della formazione, università e imprese, particolarmente preziosa per creare sviluppare possibili sbocchi occupazionali ai giovani e mettere in relazione delle loro competenze conseguite negli studi con le esigenze di professionalità delle imprese attive sul territorio”. Le iscrizioni sono aperte. Gli studenti o i neolaureati interessati possono contattare Iscom Cesena (tel. 0547639895) o IAL Emilia-Romagna (tel. 0543.370507).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento