Cesena punta sul turismo scolastico sfruttando la presenza in serie A

Confronto a tutto campo sulle strategie di promozione turistica per Cesena. L’occasione è stata fornita dall’incontro con gli addetti del settore per presentare le azioni previste per proporre la città malatestiana come meta di turismo scolastico

Confronto a tutto campo sulle strategie di promozione turistica per Cesena. L’occasione è stata fornita dall’incontro con gli addetti del settore organizzato dall’Assessorato al Turismo per presentare le azioni previste per proporre la città malatestiana come meta di turismo scolastico.

“Ma l’appuntamento – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore al Turismo Christian Castorri – aveva soprattutto lo scopo di avviare uno scambio di idee con tutti quelli che, a vario titolo, sono coinvolti sui temi del turismo, perché crediamo fortemente nella condivisione delle politiche di promozione per la nostra città. Infatti, tutte le azioni ipotizzate potranno avere la giusta efficacia solo se rese operative non da un singolo soggetto, come oggi accade, ma da tutti. Così, nell’incontro dei giorni scorsi non ci siamo limitati a spiegare come intendiamo muoverci per sollecitare le scuole d'Italia a scegliere di fare gite nella nostra città, ma soprattutto abbiamo ascoltato le proposte degli operatori presenti, alcune davvero interessanti. E’ stato solo il primo passo: infatti, abbiamo chiesto di inoltrare eventuali ulteriori proposte allo IAT entro venerdì 28 novembre. Questi contributi saranno preziosi per stilare una prima traccia del progetto più complessivo per la Cesena turistica che ci dia la possibilità di avviare impegni concreti, da stabilire assieme durante il prossimo incontro con gli operatori, che terremo all'inizio di dicembre".

Una ventina gli operatori che hanno partecipato a questa prima sessione di lavoro: fra essi titolari di strutture ricettive, promotori turistici, ma anche chi si occupa di luoghi d’interesse turistico, come la Rocca, Villa Silvia, l’Abbazia del Monte. Vari i temi posti sul tavolo, dalle politiche dei prezzi alla creazione di percorsi didattici tematici per gli studenti, dal suggerimento di sfruttare la presenza del Cesena in serie A come vetrina per le attrazioni turistiche della città alla richiesta di puntare su cultura e gastronomia come elementi focali dell’offerta turistica cesenate. Dal canto suo, l’Ufficio Iat ha ribadito il proprio impegno a svolgere il ruolo di connettore della rete turistica della città, ponendosi al servizio degli operatori, per far circolare una giusta e completa informazione che, partendo dagli operatori, arrivi efficacemente ai turisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento