Turismo, l'analisi fino a luglio indica un buon andamento per l'estate 2017

La crescita del movimento autostradale, che i tecnici considerano emblematica di “ripresa economica”, è un dato stabile e rassicurante e avvalora gli altri indicatori positivi

Il movimento turistico rilevato per la Riviera romagnola nel periodo gennaio – luglio 2017 presenta un incremento del +10,5% degli arrivi e del +7,1% delle presenze. In crescita sia la componente nazionale (+10,1% di arrivi e +5,9% di presenze) che quella internazionale (+12,3% di arrivi e +10,9% di presenze), grazie ad un ottimo andamento primaverile e da un inizio di stagione estiva (maggio-luglio) caratterizzato da una situazione meteo molto favorevole con temperature sensibilmente superiori alla media stagionale ed una forte riduzione delle giornate “turisticamente brutte” (nuvoloso/pioggia).

La crescita del movimento autostradale, che i tecnici considerano emblematica di “ripresa economica”, è un dato stabile e rassicurante e avvalora gli altri indicatori positivi. Il movimento degli autoveicoli in uscita ai caselli autostradali che servono la riviera romagnola nel periodo gennaio-luglio 2017 registra una crescita complessiva del +4,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A registrare un particolare picco è il casello Valle del Rubicone (+7,1%), che sempre di più viene utilizzato da turisti e residenti.

Per quanto riguarda l’andamento della stagione estiva 2017 (maggio-luglio) sulla Riviera, alla fine di un mese di luglio caratterizzato da un aumento della frequenza e da una contrazione della durata dei soggiorni, il movimento turistico presenta un incremento del +7,8% degli arrivi e del +5,5% delle presenze. In crescita sia la componente nazionale (+7,0% di arrivi e +3,9% di presenze) che internazionale (+11,1% di arrivi e +10,2% di presenze) della domanda. Il dettaglio dell’andamento estivo delle uscite ai caselli autostradali evidenzia una normalizzazione nel mese di luglio, con i volumi di traffico turistico che tendono ad allinearsi a quelli dell’anno precedente. 

L’andamento delle uscite autostradali conferma che le elevate temperature e la grande afa hanno spinto gli italiani residenti nei centri urbani del centro-nord Italia ad aumentare i movimenti verso la Riviera. Rispetto all’estate 2016, tra maggio e luglio ci sono state 5 giornate in più di sole, con 4 giorni variabili in più, mentre le giornate di tempo “turisticamente brutto” (nuvoloso/pioggia) si sono ridotte da 17 a 8 (-53%), con una quasi totale assenza di precipitazioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento