Sabato, 13 Luglio 2024
Economia Cesenatico

Turismo costiero, "alleanza" bici e treno: si punta sul Progetto Intermodal

“Si tratta di una tematica interessantissima – ha detto nel suo intervento Liviana Zanetti -: sia se sviluppata nell’ottica dei turisti che per quanto riguarda i residenti"

I principali stakeholders trasportistici e turistici della riviera romagnola sono favorevoli allo sviluppo di un modello di turismo che coniughi sempre più l’intermodalità fra bicicletta e treno, nell’ottica di decongestionare il traffico automobilistico. E’ quanto è emerso al “mobility board” del progetto europeo Intermodal (INTERmodality MOdel for the Development of the Adriatic Litoral zone), un tavolo operativo che ha visto la partecipazione dei principali soggetti operanti sul territorio (la Regione Emilia-Romagna, le tre province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, Tper, rappresentanti di imprese del settore trasporti pubblici e di associazioni di categoria) e a cui ha partecipato anche Liviana Zanetti, presidente dell’Apt regionale.

Intermodal è un progetto transfrontaliero avviato da un anno, di cui fanno parte diversi enti pubblici delle due sponde dell’Adriatico (italiani, croati e albanesi), e di cui è partner anche la Regione Emilia-Romagna, Assessorato Turismo e Commercio, con la collaborazione tecnica della coop. EtaBeta di Cervia. Dopo aver realizzato una serie di attività promozionali in concomitanza con il primo Mobility Day, che si è svolto  il 22 settembre con una giornata di treno + bici sulla nostra costa, e aver svolto un’indagine la scorsa estate fra i turisti, sull’uso della bicicletta (i cui interessanti risultati sono stati presentati proprio nel corso dell’affollato mobility board di Cesenatico), la Regione ha ora in programma un convegno/laboratorio pubblico che si terrà a Rimini nel mese di febbraio: nel quale, oltre a fare il punto generale sul tema della mobilità nella nostra costa in relazione al turismo, verrà ufficialmente lanciata la proposta di un progetto speciale sull’intermodalità (treno + bici), ma anche soluzioni più complesse che possano offrire ai turisti soluzioni innovative e “intermodali” per i loro spostamenti durante le vacanze sulla costa romagnola.

“Si tratta di una tematica interessantissima – ha detto nel suo intervento Liviana Zanetti -: sia se sviluppata nell’ottica dei turisti che per quanto riguarda i residenti. Del resto, i turisti stranieri che soggiornano sulla nostra costa sono abituati nelle loro città a spostarsi con bicicletta e mezzi pubblici: perché non devono farlo qui da noi? Dobbiamo fare passi avanti in quest’ambito, guardando anche con attenzione alle grandi ciclovie europee, Eurovelo 7 e 8, per agganciarci a questo possibile e importante flusso di turismo ”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo costiero, "alleanza" bici e treno: si punta sul Progetto Intermodal
CesenaToday è in caricamento