Turismo, Confcommercio rilancia i borghi cesenati e di Romagna

La sfida è quella di spingere il turismo fino ai piccoli borghi della provincia, di cui la Romagna eccelle, sfruttando il traino delle città d’arte

Le città minori e i loro dintorni piacciono sempre di più ai turisti per il loro fascino nascosto e per la varietà degli eventi culturali. Anche il Cesenate e la Romagna sono ricchi di borghi artistici e dai richiami paesistici e culturali e Confcommercio chiede di rilanciarli turisticamente mettendoli in un circuito virtuoso.

“Il presidente nazionale Confcommercio Carlo Sangalli - osserva Augusto patrignani, presidente Confcommercio cesenate - è intervenuto per sottolineare che questo tesoro tipicamente italiano andrebbe maggiormente valorizzato e promosso all’estero per avere ricadute positive su tutto l’indotto turistico. Il fascino nascosto dell’Italia attrae sempre di più il mondo. Già tra il 2009 e il 2015 sono aumentati di oltre il 40% gli arrivi in località minori e borghi, come rileva una indagine condotta da Confturismo e Confcommercio. La sfida è quella di spingere il turismo fino ai piccoli borghi della provincia, di cui la Romagna eccelle, sfruttando il traino delle città d’arte, facendo in modo che con due o tre pernottamenti aggiuntivi si possano visitare paesi e città medie. Non è un caso che il ministro Franceschini abbia eletto il 2017 come l’anno dei borghi d’Italia per valorizzarne ricchezza, tradizioni e identità. Ogni evento, anche sportivo e musicale, se promosso può allungare i soggiorni".

“L’intervento del presidente Confcommercio Sangalli che chiede di valorizzare i borghi storici come valore aggiunto della nostra offerta turistica italiana - aggiunge il presidente Patrignani - cade a pennello anche per il nostro territorio romagnolo costituito di turismi integrati, dal mare alla montagna, dall’enogastronomia alla cultura e all’arte, dal turismo sportivo a quello dei borghi. Il cesenate e tutto il territorio romagnolo ne è ricco, nelle sue valli medie e alte, da Monteleone a San Giovanni in Galilea, dall’Alta Valsavio al Rubicone, alle prime colline cesenati. Confcommercio cesenate chiede che i comuni comprensoriali, provinciali e romagnoli agiscano sinergicamente per realizzare un progetto di turismo integrato che valorizzi i borghi storici e artistici dove si tengono eventi e iniziative che richiamano il pubblico e i turisti. Questa la strada su cui puntare, i borghi sono parte integrante del brand Romagna”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento