rotate-mobile
Economia

Trevi, il portafoglio ordini sale a 755 milioni di euro. In cantiere anche il progetto nel cuore della nuova Dubai

Nei primi tre mesi del 2024 la Divisione Trevi ha acquisito diversi progetti per complessivi 98,5 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Trevi, presieduto da Paolo Besozzi, ha esaminato oggi  l’andamento del business nei primi tre mesi del 2024. Nel corso dei primi tre mesi del 2024, in continuità col trend positivo dell’anno precedente, il Gruppo Trevi ha acquisito nuovi ordini per 128,3 milioni di euro. Grazie a queste nuove acquisizioni, a fine marzo 2024 il portafoglio ordini del Gruppo risulta in aumento a 755 milioni di Euro (+4,9% rispetto al 31 dicembre  2023). 

Nei primi tre mesi del 2024 la Divisione Trevi ha acquisito diversi progetti per complessivi 98,5 milioni di euro. Fra i principali ordini acquisiti possiamo segnalare: negli Emirati Arabi Uniti, Trevi eseguirà le opere di fondazione su isola per lo sviluppo dell’innovativo progetto petrolifero e di gas dei giacimenti di Hail e Ghasha; sempre in Uae., Trevi ha acquisito l’incarico da Dubai Multi Commodities Centre per svolgere le fondazioni relative alla seconda fase del progetto Uptown Dubai che prevede la costruzione di due torri di medie dimensioni all'interno dell’omonimo quartiere, nel cuore della nuova Dubai, all'estremità meridionale della città; in Italia si registra l’acquisizione delle opere di fondazione per il nuovo stabilimento di un’importante casa automobilistica italiana 

Divisione Soilmec

Nei primi tre mesi del 2024 la Divisione Soilmec ha conseguito ordini per circa 36,2 milioni di Euro, in aumento del 20% rispetto al medesimo periodo del 2023. 

Risultati del Gruppo

L’Indebitamento Finanziario Netto del Gruppo al 30 marzo 2024 è pari a 203,4 milioni di Euro, risultando sostanzialmente in linea con i 202 milioni di Euro registrati al 31 dicembre 2023. L’andamento del Gruppo nei primi tre mesi dell’anno per quanto riguarda acquisizione ordini e backlog è risultato in linea con le previsioni per l’anno 2024. 

Inoltre, il Gruppo Trevi ha ottenuto un ulteriore riconoscimento per il suo impegno in ambito ESG. Infatti, per il terzo anno consecutivo, è rientrato nella lista de “Le aziende più attente al clima” ideata da Statista, azienda specializzata in ricerche di mercato ranking e analisi di dati aziendali e il Corriere della Sera. La ricerca di Statista e Corriere della Sera/Pianeta 2030 si è basata sui consumi di CO2, suddivisi in Scope 1 e 2 in relazione al fatturato per gli anni 2020-2022 riportati nella Dichiarazione Non Finanziaria 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trevi, il portafoglio ordini sale a 755 milioni di euro. In cantiere anche il progetto nel cuore della nuova Dubai

CesenaToday è in caricamento