La società del teatro Verdi in arrivo? Al Foro Annonario si riaccende la speranza

Gli esercenti che sono rimasti aperti anche in questi anni di fatiche non vedono l'ora che qualcosa si muova e riparta col piede giusto

I locali che saranno presi in gestione

Non è ancora ufficiale ma l'aria che si respira al Foro Annonario è di speranza. Anche i negozianti rimasti aperti, infatti, sono al corrente delle voci che danno per certa l'imminente apertura di un bar gestito dal Teatro Verdi al piano terra. E questa novità non può che portare una ventata di ottimismo dopo anni di partenze, prove, tentativi, chiusure, riaperture. Al momento di attività commerciali ne sono rimaste solo sei: la Bottega dei mestieri e dei sapori di Eli Cappelli, la rosticceria e pasta fresca Burro & Salvia, Agrintesa, la Conad, Bio Belo e Vitamina K. Per questo motivo gli esercenti che sono rimasti aperti anche in questi anni di fatiche non vedono l'ora che qualcosa si muova e riparta col piede giusto. 

"Io a questo progetto ho creduto molto - spiega Eli Cappelli, che da due anni ha aperto una bottega deliziosa in cui vende artigianato fatto sia da lei che da vari artisti locali e prodotti gastronomici - La posizione centrale è ottima anche per i turisti che passano in città. Per fortuna ho potuto installare anche il mio laboratorio di ceramica che mi permette di creare prodotti che vendo anche fuori Cesena perché con la sola vendita al minuto farei molta fatica. Però continuo a credere che il posto abbia le sue potenzialità e l'idea che adesso possa arrivare qualcuno che porti movimento e gente mi fa molto piacere. L'importante è che il movimento non ci sia solo in orari serali ma anche diurni per fare da volano a tutte le attività e, magari, vederne riaprire delle nuove". 

Tra le ipotesi che circolano sul Foro, ancora non ufficiali, c'è anche quella di dare tutto il Foro in gestione alla società del Teatro Verdi. Ovvero ripensare la sua filosofia e gestirne anche gli spazi che attualmente sono vuoti, magari creando un luogo particolarmente innovativo. Una scommessa enorme che, però, potrebbe essere l'ultima chance a disposizione di uno spazio che è un peccato non vederlo utilizzato come meriterrebbe. Novità al Foro Annonario, e speriamo che questa sia la volta buona. Tra breve, al posto del bar situato al piano terra (chiuso da poche settimane), aprirà un bar gestito da una società cesenate molto conosciuta e apprezzata in città. Da alcune indiscrezioni sembra che a gestirlo, infatti, sarà la società del Teatro Verdi, quella che ha ridato vita all'antico cinema-teatro cittadino facendolo diventare uno dei punti principali della movida cesenate e che da un paio di anni gestisce la Cantera, in piazza Guidazzi, con il medesimo successo. 

La loro capacità nell'aprire e far funzionare i locali è sotto gli occhi di tutti, speriamo che continui a brillare anche in uno spazio come il Foro,  bistrattato dai cesenati e partito col piede sbagliato. Potenzialmente uno spazio come il Foro, infatti, per un locale che vuole fare serate movimentate è ottimo. Ci sono solo uffici e quindi si può fare rumore, è coperto e quindi anche se piove o nevica non cambia nulla, gli spazi sono ampi e ben gestibili. E chissà, magari se i nuovi gestori faranno ripartire il Foro alla grande e come se lo merita, dopo il bar potrà riaprire anche il ristorante al piano superiore. Del resto se un locale si porta dietro la gente giusta, gente richiama gente e così via. In più c'è da considerare che piazza del Popolo sta esplodendo. Grazie a tutti gli altri locali che in questi anni hanno aperto sulla piazza, si sta affermando come il nuovo centro della movida. All'appello ora manca solo il Foro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento