Il Summit Mondiale sul kiwi anticipa l'edizione 2013 di Macfrut

Martedì la Sala Europa di Macfrut sarà una babele di lingue in quanto si terrà il summit mondiale che richiamerà operatori e ricercatori, esperti e produttori da ogni parte del mondo

Martedì la Sala Europa di Macfrut sarà una babele di lingue in quanto si terrà il summit mondiale che richiamerà operatori e ricercatori, esperti e produttori da ogni parte del mondo. Il Summit, da alcuni anni, si tiene il giorno prima dell’inaugurazione di MacFrut, la rassegna internazionale della filiera ortofrutticola e determina un importantissimo appuntamento di alto profilo su uno degli aspetti specifici del settore Negli anni scorsi, ad esempio, si affrontarono le problematiche dei consumi, poi di mele-pere-ortaggi (2011) e fragole (2012).

L’edizione 2013 è su “Il mondo del kiwi fra emergenza e mercato – Le eccellenze si confrontano”, organizzato da Macfrut in collaborazione con il CSO, con inizio alle ore 10. Si inizia con i saluti delle Autorità per poi entrare nella “sezione” dedicata allo Scenario, che viene moderata da Roberto Della Casa, Università di Bologna. La prima relazione “Le previsioni di produzione 2013/2014 e l’impatto economico della batteriosi” viene tenuta da Elisa Macchi, Direttore CSO, segue “I nuovi mercati: numeri, tendenze e barriere” di Marco Salvi, Presidente Fruitimprese.

Alle ore 11:30 c’è la Tavola rotonda su “La situazione della batteriosi” con Raffaele Testolin, Facoltà di Agraria Università di Udine; Guido Cipriani, CRA Roma; Mario Scortichini, CRA Caserta; Graziano Vittone, Sezione tecnica colturale e Coordinatore coordinamento CRESO; Alberto Contessi, Servizio Fitosanitario Regione Emilia-Romagna; Giovanni Zannini, Servizio Fitosanitario Regione Veneto; Giacomo Michelatti, Servizio Fitosanitario Regione Piemonte; Luciano Nuccitelli, Servizio Fitosanitario Regione Lazio; e un rappresentante del MiPAAF. Alle ore 14:30 si tiene l’incontro “Le esigenze”, moderato da Alessandro Fornari, di Kiwifruit of Italy con le relazioni: Produrre kiwi nell’era della PSA di Joel Vanneste - Institute of Plant & Food Research New Zealand; La ricerca, verso nuovi orizzonti di Caihong Zhong - Wuhan Botanical Garden, Chinese Academy of Sciences, China; Fra prodotto e organizzazione, nuovi e vecchi competitori di Carlos Cruzat -Comité del Kiwi (Asoex) Cile. Dopo il dibattito sulle due sessioni, alle ore 16:30 le conclusioni di Paolo Bruni, Presidente CSO.

Quando si parla di Kiwi occorre aver presente la Cina, che è sicuramente il principale paese produttore, però, non esistendo stime ufficiali sulla reale consistenza degli impianti e delle produzioni, pare che, dalle ultime informazioni, il Paese abbia superato il milione di tonnellate, di cui non si conoscono però gli aspetti qualitativi. L’Italia dopo la Cina è il primo paese produttore di kiwi nel mondo. La produzione commercializzabile mediamente è pari a circa 430.000 tonnellate, ma è stata in grado anche di avvicinarsi alle 480.000 in anni abbastanza recenti, la Nuova Zelanda è sui 360.000 e la produzione del Cile si aggira a 240.000 tonnellate. Il Bel Paese detiene oltre il 60% dell’offerta, seguita, ma a notevole distanza, dalla Grecia (circa 120.000 tonnellate nel 2012). La produzione italiana è concentrata in quattro regioni: il Lazio che detiene circa il 30% dell’offerta nazionale, il Piemonte, con circa il 20%, l’Emilia Romagna, con il 16% e il Veneto con il 15%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento