Stipendi non pagati, gli addetti alle pulizie delle Poste scioperano: "Famiglie in difficoltà"

In particolare, mercoledì ci sarà un presidio davanti alla sede delle Poste di via Zanardi 25, a Bologna

"Non sono più disagi, sono vere e proprie difficoltà quelle che stano vivendo le lavoratrici e i lavoratori dell'appalto pulizie di Poste Italiane. 60 giorni senza retribuzione, famiglie allo sbando, mutui e affitti da pagare e le lavoratrici non riescono a raggiungere il lavoro perché non ci sono i soldi per il carburante". Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti Uil di Forlì, Cesena e Rimini annunciano uno sciopero che avrà inizio mercoledì e che si concluderà giovedì. In particolare, mercoledì ci sarà un presidio davanti alla sede delle Poste di via Zanardi 25, a Bologna.

I sindacati evidenziano come "ancora una volta le promesse dell'azienda sono state disattese: la lettera formale in cui assicurava il pagamento delle retribuzioni entro il 15 luglio è rimasta una promessa non mantenuta. Non c'è la retribuzione di maggio nonché giugno e la Quattordicesima 2019 e neppure i cedolini paga".

Tuonano i sindacati: "Abbiamo sempre denunciato la condizione di questi lavoratori che hanno subito negli anni continui tagli alle ore rendendo le loro vite precarie al limite del non sostentamento. Non vogliamo e non possiamo lasciare proseguire questa offesa alle dignità delle persone. E' ora di prendersi le proprie responsabilità e di sbloccare questa incresciosa situazione, dando una risposta immediata ai lavoratori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento