Economia

Sostegni per le imprese di montagna, Confcommercio segnala i bandi della Regione

Nell’assestamento di bilancio della Regione sono inserite molte misure per agevolare interventi strutturali (ambiente, arterie di comunicazione) ed interventi su singole imprese sia per liquidità che per investimenti

Nell’assestamento di bilancio della Regione sono inserite molte misure per agevolare interventi strutturali (ambiente, arterie di comunicazione) ed interventi su singole imprese sia per liquidità che per investimenti, con particolare riguardo al settore del turismo con piani di riqualificazione edilizia finalizzati ad agevolare ed incentivare gli interventi degli imprenditori per aumentare la qualità dell'offerta. Si tratta di risorse aggiuntive per oltre mezzo miliardo di euro. Degno di nota anche lo stanziamento che la Regione Emilia Romagna ha effettuato, pari a o 2,5 milioni di euro, a favore delle imprese con sede in Appennino per incentivare gli investimenti delle attività che operano sul territorio e per aumentarne l’occupazione. "Confcommercio cesenate - afferma il presidente Confcommercio Augusto Patrignani - da sempre sostiene la necessità di interventi speciali a favore delle imprese montane, svantaggiate a livello infrastrutturale rispetto a quelle di pianura. L'intervento della Regione fornisce risorse per alleviare il gap e modernizzare le imprese, ma servono interventi di dotazioni infrastrutturali per il sostegno pieno a chi fa impresa in montagna, ancora siamo indietro".

Il bando si rivolge a tutte le tipologie di impresa ad eccezione di quelle agricole, ma comprendendo quelle della trasformazione agroalimentare, entro il limite di 15 addetti. Sono previsti contributi a fondo perduto nella misura del 70% della spesa ammissibile, legati a tre tipi di intervento:riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture, e relative pertinenze, nelle quali il beneficiario svolge, alla data della domanda, l’attività, come la sede legale o l’unità locale dell’impresa; acquisto, riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture; investimenti in macchinari, attrezzature e relativi impianti candidati da un’impresa che alla data della domanda svolge, o si impegna a svolgere, l’attività d’impresa. Il contributo per ciascuna impresa non potrà superare l’importo massimo di 150mila euro, mentre la spesa minima non dovrà essere inferiore a 25mila euro. Il termine per la presentazione delle domande scade il 16 settembre, l’ufficio credito di Confcommercio cesenate è fin da ora disponibile per ogni consulenza.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sostegni per le imprese di montagna, Confcommercio segnala i bandi della Regione

CesenaToday è in caricamento