menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospeso lo sciopero della Cgil. Plauso della Cisl: "Ora si va insieme"

In questi giorni Cisl di Forlì-Cesena ha inviato una lettera aperta alla Cgil di Cesena in cui ha giudicato positivamente la decisione di sospendere lo sciopero previsto per il 24 aprile proclamato dalla sola Cgil locale

In questi giorni Cisl di Forlì-Cesena ha inviato una lettera aperta alla Cgil di Cesena in cui ha giudicato positivamente la decisione di sospendere lo sciopero previsto per il 24 aprile proclamato dalla sola Cgil locale. “E’ un gesto importante e di grande responsabilità”, dichiara Filippo Pieri, nuovo segretario generale della Cisl provinciale.

“Dopo gli importanti risultati ottenuti con la modifica della norma sull’articolo 18 contenuta nella prima ipotesi di riforma del lavoro grazie alla trattativa e alla mobilitazione dei sindacati, apre la possibilità di intraprendere unitariamente importanti iniziative di carattere locale incentrate su tanti problemi urgenti che interessano lavoratori e pensionati. Crescita, sviluppo, fisco, pensioni e Welfare sono solo alcuni dei temi al centro della discussione che nei prossimi giorni affronteremo insieme a Cgil e Uil cesenati”.
A questi si aggiungeranno alcuni problemi a livello locale; “ad oggi – continua Pieri - sono state concluse positivamente con un accordo solo 4 trattative con i Comuni del comprensorio sul bilancio di previsione 2012. Longiano, Sarsina, Sogliano e Cesena sono state le amministrazioni che hanno accolto le proposte avanzate unitariamente dal sindacato, che avevano come principio la tutela delle fasce più deboli e a reddito fisso attraverso la salvaguardia della 1° casa di abitazione, il non incremento dell’addizionale Irpef comunale,   la conferma degli stanziamenti per il sociale e la garanzia dei servizi erogati. In questi giorni anche con il Comune di Cesenatico si stanno concretizzando le condizioni per la firma di un accordo, ma con tanti altri Comuni, che hanno fatto o faranno scelte diverse, in controtendenza con le nostre proposte, non ci sarà la possibilità di sottoscrivere accordi, perché hanno deciso di colpire, ancora una volta, i soliti noti, quelli che le tasse le pagano alla fonte, sulle buste paga e sulle pensioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento