menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I bisogni degli artigiani, la fotografia di Confartigianato: "Segnali confortanti di rilancio"

Sono solo alcune delle istanze emerse dalla viva voce degli imprenditori, in occasione di "Essere in Impresa" 2016, iniziativa di Confartigianato Federimpresa Cesena

Servizi innovativi per l'accompagnamento sul mercato, costi più contenuti per i pagamenti delle utenze e per la gestione dell'impresa, accesso più agevolato al credito, pressione verso gli interlocutori istituzionali per gli imprescindibili sgravi fiscali, tributari e tariffari, uscita dal girone infernale delle "beghe" che quotidianamente assorbono energie che dovrebbero essere dedicate unicamente all'attività d'impresa. Sono solo alcune delle istanze emerse dalla viva voce degli imprenditori, in occasione di "Essere in Impresa" 2016, iniziativa di Confartigianato Federimpresa Cesena (oltre 3000 imprese associate), che si è mossa in massa verso i laboratori dei propri associati: un centinaio di dipendenti si è recato presso trecento imprese di tutto il comprensorio, un terzo della base associativa per una full-immersion di una giornata. Richieste di formazione mirata in campo digitale, già peraltro felicemente avviata, sostegno alle nuove imprese e alle start up, interventi per modernizzare le aree artigianali sono altre risultanze scaturite dalle piccole imprese associate.

"Le visite aziendali - spiega il segretario Stefano Bernacci - sono prassi quotidiana per una organizzazione che fa della centralità del socio il perno su cui ruota tutta l'attività, ma in occasione dell'appuntamento annuale di Essere in Impresa l'uscita in massa dei dipendenti verso i laboratori per l'assistenza mirata vuole rendere plastica questa vicinanza finalizzata a raccogliere problemi, bisogni, esigenze da cui fare scaturire le nostre azioni. Dopo le celebrazioni del 70° di fondazione a Sarsina, Cesena, Cesenatico e San Mauro Pascoli, momenti di straordinaria forza identitaria in cui abbiamo premiato le imprese per il valore artigiano, siamo rientrati nella operosa normalità quotidiana, fatta di servizi, consulenza, assistenza su più piani e a più livelli a vantaggio della spina dorsale del nostro territorio, dove troviamo ancora un'impresa ogni 9 abitanti, nonostante un decennio ormai di serie difficoltà.  Questa centralità dell'impresa per lo sviluppo territoriale la ribadiamo a chi, Comuni in testa, è chiamato a produrre scelte concrete che sostengano e incoraggino il tessuto imprenditoriale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento