Sicurezza, Vox Populi di Confcommercio. Il sottosegretario Morrone: "In arrivo rinforzi"

Il presidente Confcommercio Patrignani ha rimarcato "la priorità della questione sicurezza per una comunità civile, che viene ancora prima della sia pur indispensabile esigenza del lavoro. Tutti i partecipanti, trasversalmente, hanno concordato con questo assunto"

Proseguendo il suo impegno sul versante sicurezza, priorità per la coesione del sistema territoriale, Confcommercio cesenate ha dato seguito alla Giornata della legalità celebrata il 21 novembre con una tavola rotonda nella sede associativa con i più autorevoli rappresentanti delle forze dell'ordine locali. Insieme al presidente Confcommercio Augusto Patrignani hanno dibattuto  il sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone, che ha annunciato l'assunzione di nuovi agenti, il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, il presidente Fiva Confcommercio Alverio Andreoli, il vicesindaco di Ravenna con delega alla sicurezza Eugenio Fusignani, l'assessore alla Sicurezza del Comune di Forlì, Marco Ravaioli e Andrea Mazzini, amministratore di Smart Security che opera nel settore della sicurezza.

Il presidente Confcommercio Patrignani ha rimarcato "la priorità della questione sicurezza per una comunità civile, che viene ancora prima della sia pur indispensabile esigenza del lavoro. Tutti i partecipanti, trasversalmente, hanno concordato con questo assunto". Il sottosegretario Morrone ha sottolineato come per il Governo e la Lega "si tratti della partita fondamentale, citando l'attività politica e istituzionale fin qui condotta, il decreto sicurezza e il decreto Salvini, la legge sulle legittima difesa già passata al Senato e che andrà in Commissione dopo l'Epifania per essere messa poi come primo punto alla Camera". Legge espressamente apprezzata dal presidente di Confcommercio Patrignani. “Non andrò ad armarmi - ha detto - ma è diritto del cittadini cercare di fare qualcosa per non  soccombere quando si viene assalito a casa propria e dentro la propria attività dai ladri”.

Il sindaco di Cesena Lucchi ha rimarcato che realtà e percezione della sicurezza finiscono per coincidere, ha ammesso l'errore di aver sottovalutato il problema, ma ha anche elencato le azioni del Comune a partire dal sistema delle telecamere, chiedendo rinforzi per gli uomini come spettano a una realtà come Cesena attualmente sottodimensionata di agenti rispetto alla popolazione. Il vicesindaco di Ravenna ha messo nel mirino la politica della paura che finisce per peggiorare la percezione sulla sicurezza fatta salva la necessità di tutti gli interventi possibili per contrastare la criminalità. L'assessore alla sicurezza del Comune di Forlì Marco Ravaioli ha ricordato che Rimini, attorno al quale il nostro territorio si dispiega, è  seconda in Italia dietro a Milano per insicurezza e ha ribadito la necessità di pene più severe per chi delinque, forte anche della sua diretta esperienza in Polizia.

L'ad di Smart Security Mazzini dal canto suo ha rilevato che" il predatore ha assunto una forma evoluta rispetto al passato, agisce in maniera professionale, conosce le  abitudini del territorio e delle persone e va contrastato utilizzando gli strumenti avanzati della tecnologia". Si è detto inoltre "fiducioso che dopo aver debellato le rapine nel territorio si possa riuscire a diminuire i furti e le spaccate". "Servono leggi a monte che impediscono di rilasciare i criminali dopo aver rubato, ma di condannarli a pene certe", ha sottolineato il presidente Confcommercio Patrignani il quale ha chiesto anche "un aumento degli organici di Polizia e dell’utilizzo degli strumenti tecnologici".

Il dibattito si allargato anche agli interventi telefonici i dei parlamentari Marco di Maio (Pd) e Simona Vietina (ForzaItalia), il sottosegretario Morrone ha annunciato nuove rilevanti assunzioni per le forze dell'ordine lo stanziamento di consistenti fondi per la sicurezza e non sono mancate controversie dialettiche sulla politica relativa all'emigrazione adottata dal Governo che, a detta del sindaco di Cesena e del vicesindaco di Ravenna, peccherebbe di carente integrazione.  “Siamo ottenendo grandi risultati, con la riduzione secca degli arrivi di profughi e richiedenti asilo”, ha replicato Morrone. Il Vox Populi registrato a Teleromagna andrà in onda mercoledì sera alle 21 sul canale 14 di Teleromagna. Ha moderato il giornalista Piergiorgio Valbonetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento