Sicurezza all'Oltresavio, i commercianti chiedono le telecamere

Traffico che non tagli fuori le attività commerciali, piano di videosorveglianza nelle zone di piazza Magnani e parco per Fabio, sconti sulla tassa di suolo pubblico per i pubblici esercizi che contribuiscono con la loro apertura a svolgere una funzione socializzante nel quartiere.

 Traffico che non tagli fuori le attività commerciali, piano di videosorveglianza nelle zone di piazza Magnani e parco per Fabio, sconti sulla tassa di suolo pubblico per i pubblici esercizi che contribuiscono con la loro apertura a svolgere una funzione socializzante nel quartiere.

"Sono queste alcune delle principali  richieste del consiglio di quartiere Confcommercio dell'Oltresavio, il quartiere più popoloso della città - dice il presidente Agostino Alvisi, pubblico esercente -. Sono stati completati  i lavori della rotonda sulla Via Romea all’altezza dell’Economy,strategica per la sicurezza e lo snodo del traffico in quella zona. Nell’ambito dei lavori pubblici  è fondamentale un confronto con i commercianti per capire se e in che modo sono coinvolte delle attività economiche, per evitare che vengano tagliate fuori dai flussi del traffico. In vista della chiusura di Piazza della Libertà dalla periferia sarà ancora più difficile raggiungere il centro storico. Per il quartiere Oltresavio i parcheggi scambiatori così come organizzati non sono comodi, pertanto si chiede il mantenimento del parcheggio della piazza, considerando anche il fatto che il trasporto pubblico ha un costo eccessivo (1,30 il biglietto per una durata di 70 minuti).

L'esigenza di maggior sicurezza è molto avvertita nel quartiere. "Va realizzato un un sistema di videosorveglianza soprattutto in alcune zone come il Parco per Fabio e piazza Anna Magnani - rimarca Alvisi - che non possono essere costantemente sorvegliate dalle forze dell’ordine,  ma purtroppo sono luoghi in cui spesso si ritrovano delinquenti.  Per aumentare la percezione di sicurezza proponiamo di sostituire – man mano che si fulminano – le lampadine della illuminazione pubblica con quelle che irradiano luce bianca, così come è stato fatto alla nuova rotonda del Rugantino. Le forze dell’ordine sono molto presenti sul quartiere per il controllo del territorio soprattutto per le problematiche legate alla tossicodipendenza e alla microcriminalità. Più di una volta hanno consigliato gli esercenti su come comportarsi in casi di difficoltà e hanno ottenuto anche risultati molto importanti, ma purtroppo questi risultati vengono vanificati perché l' impunità dei reati". Altre questioni vengono sollevate dai commercianti. "

Raccolta differenziata, luci e ombre. "Imprese e cittadini - osserva il presidente consiglio Oltresavio Confcommercio - hanno dimostrato di avere un grande senso civico, tuttavia inizialmente era stato prefigurato un risparmio in bolletta per la raccolta puntuale, che non si è verificato".
  
 "Tra le altre richieste - dice ancora il presidente Alvisi - spicca l'abolizione della occupazione di suolo pubblico per i pubblici esercizi delle periferie che mantengono viva l’attività di socializzazione nei quartieri. Per lo shopping natalizio il prossimo anno i commercianti del quartiere stanno pensando di in collaborazione con il Comune e con il quartiere di realizzare le luminarie nei punti commerciali più significativi per l’Oltresavio, come piazza Anna Magnani e la zona delle Torri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento