Settantacinque anni di storia, da tre generazioni: si celebra l'azienda dell'agroalimentare

“La Biondi Giulio - afferma il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani - è una grande impresa nostra associata da sempre, che ha dato e dà lustro alla nostra città"

Settantacinque anni di storia imprenditoriale a Cesena, dal dopoguerra alla terza decade del secondo millennio. 

Li festeggia la 'Biondi Giulio', impresa cesenate agroalimentare giunta alla terza generazione, domani venerdì 25 settembre alle 18 nello stabilimento di Pievesestina. Parteciperanno, fra gli altri, il sindaco Enzo Lattuca, l'assessore regionale Lia Montalti e il presidente Confcommercio Augusto Patrignani.

“La Biondi Giulio - afferma il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani - è una grande impresa nostra associata da sempre, che ha dato e dà lustro alla nostra città. Confcommercio e la Biondi Giulio sono nati insieme a Cesena, subito dopo la fine della guerra, e dagli albori della ricostruzione hanno percorso affiancati un lungo cammino puntando su professionalità, centralità del cliente, serietà e abnegazione, dinamismo e carica umana romagnola, tipica di chi non si arrende mai di fronte alle difficoltà. Quella della Biondi Giulio è una splendida storia d’impresa familiare che funge da modello”. 

Quindici milioni di fatturato nel 2019, 12mila tonnellate di prodotti venduti, 500 clienti in Emilia Romagna, Marche, Toscana, Umbria e Lazio, 45 dipendenti, un’azienda agricola di 27 ettari: ecco le cifre salienti dell'impresa, ma ancora più importante dei numeri è la simbiosi di vicenda familiare e imprenditoriale.

“Il fondatore - racconta Gianluca Biondi entrato in impresa nel 2016 per dirigerla insieme agli zii Rosanna e Gabriele e alla mamma Loretta - fu il nonno Giulio, detto Lucio, che aprì la sua prima attività di rivenditore di frutta secca, nel suo negozio di corso Cavour, dove ancora si trova, nei pressi della Barriera. A fianco di nonno Giulio sono sempre stati sempre la moglie Elsa e la sorella Olga che hanno costruito mattone dopo mattone e ettaro dopo ettaro quello che in 75 anni è ogni giorno cresciuto, potenziandosi progressivamente. Rosanna, Mauro e Gabriele, i figli di Giulio, sono nati e cresciuti in azienda e fin dai primi anni di vita hanno preso parte allo sviluppo del progetto aziendale".

“Allo storico negozio di corso Cavour si è affiancato prima il magazzino, quindi l’ingresso nei primi anni Cinquanta l'ingresso nel mercato ortofrutticolo cittadino, successivamente la fondazione dell’azienda agricola che si estende oggi per 27 ettari tra Lizzano e Rio Marano. Assieme alla ‘Biondi Giulio’ sono cresciute numerose realtà del territorio, dalla rivendita alla ristorazione, ed altrettante hanno potuto avvalersi della sua competenza ed affidabilità in tutta Italia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“A fine anni ‘90 l’azienda - rimarca Gianluca Biondi - ha raccolto la sfida lanciata dall’amministrazione comunale di prendere parte come attore principale al progetto del nuovo mercato ortofrutticolo. Negli ultimi anni abbiamo dato vita a un significativo processo di riorganizzazione aziendale e con il nuovo direttore Matteo Evangelisti sono nati nuovi progetti per il futuro. L’anno del covid-19, coinciso con lo scadere del settantacinquesimo anno dalla fondazione, ha imposto nuove sfide e progetti per un'ulteriore crescita del progetto aziendale che coniughi tradizione e innovazione nel solco dei lavori che hanno sempre ispirato la nostra impresa familiare”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento