rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Economia

"Sconti sulla Tari per le imprese che donano alimenti": la richiesta Confcommercio ai 15 Comuni

"Confcommercio cesenate a nome delel categorie interessate e Fipe, il sindacato dei ristoratori cesenati - affermano i rispettivi presidenti Corrado Augusto Patrignani e Vincenzo Lucchi - richiederanno un incontro con le amministrazioni del comprensorio"

Per favorire e incentivare gli operatori del settore alimentare ad effettuare cessioni gratuite di derrate alimentari alle onlus, l’articolo 17 della nuova legge, che entrerà in vigore mercoledì, prevede che alle imprese che donano beni alimentari alle persone indigenti, il Comune possa applicare un coefficiente di riduzione della tariffa relativa alla tassa sui rifiuti proporzionale alla quantità dei beni – debitamente certificata – oggetto di donazione.

"Confcommercio cesenate a nome delel categorie interessate e Fipe, il sindacato dei ristoratori cesenati - affermano i rispettivi presidenti Corrado Augusto Patrignani e Vincenzo Lucchi - richiederanno un incontro con le amministrazioni del comprensorio per capire se è possibile istituire un percorso virtuoso, in cui riconoscere attraverso la riduzione della tariffa sulla tassa dei rifiuti l'impegno degli imprenditori di pubblico esercizio nella lotta contro gli sprechi a sostegno di persone in situazione di difficoltà. Questa iniziativa si inserisce anche nell'ambito della mobilitazione intrapresa da Confcommercio per richiedere un fisco più sostenibile, attraverso la riduzione dei tributi e interventi che favoriscano  premialità a vantaggio di imprese il cui operato abbia benefiche ricadute sulla comunità e il territorio, come è avvenuto per la Cosap azzerata per i pubblici esercizi info point e come piò avvenire anche per la donazione di derrate alimentari e il doggy bag, la sporta degli avanzi al ristorante contro lo spreco. Questo concetto della premialità consente ai Comuni un margine di intervento importante sulla tassazione che naturalmente deve essere sostenuto dalla volontà politica di intervenire per ridurre il carico tributario, che Confcommercio auspica e caldeggia".

"Mercoledì - informa la coordinatrice Fipe cesenate Sara Montalti -  entrerà in vigore la legge 166/2016 “Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi”. Sulle doggy bag, il Ministero dell’Ambiente, di concerto con il Mipaaf e il Ministero della Salute, promuoveranno campagne informative al fine di incentivare pratiche virtuose nelle attività di ristorazione che consentano ai clienti l’asporto dei propri avanzi di cibo. La Regione può stipulare accordi sempre al fine di promuovere comportamenti responsabili volti a ridurre lo spreco di cibo e per dotare gli operatori della ristorazione di contenitori idonei a consentire ai clienti l’asporto dei propri avanzi di cibo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sconti sulla Tari per le imprese che donano alimenti": la richiesta Confcommercio ai 15 Comuni

CesenaToday è in caricamento