Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia

Sbloccati i “prestiti verdi”: in arrivo 600 milioni di euro

Lo sblocco del “Fondo rotativo per il finanziamento delle misure finalizzate all'attuazione del Protocollo di Kyoto”, garantirà finanziamenti agevolati allo 0,5%

Un sostegno prezioso all’economia, in special modo all’edilizia, ed un’attenzione particolare all’ambiente. Lo sblocco del “Fondo rotativo per il finanziamento delle misure finalizzate all'attuazione del Protocollo di Kyoto”, presso la Cassa depositi e prestiti, garantirà finanziamenti agevolati allo 0,5 per cento per interventi legati a fonti rinnovabili, efficienza energetica, ricerca e gestione forestale.

Per il 2012 sono sul piatto 200 milioni di euro, mentre altri 400 saranno a disposizione in futuro: “Si tratta – spiega il Presidente della Commissione Territorio Ambiente Mobilità della Regione Emilia-Romagna, Damiano Zoffoli – di un fondo che le Regioni, da tempo, chiedevano di sbloccare, e che ora è diventato realtà. Un’importante boccata d'ossigeno per il settore edile e, allo stesso tempo, un’opportunità per il rilancio della nostra economia regionale, in funzione di uno sviluppo più sostenibile, in grado di ridurre la dipendenza dalle fonti fossili, con conseguente diminuzione dell’inquinamento, e dare slancio alle filiere produttive green”.
I beneficiari del fondo (imprese, persone giuridiche private, soggetti pubblici, persone fisiche singole o in condominio) potranno coprire con prestiti agevolati fino al 70 per cento dei costi ammissibili del loro investimento (90 per cento nel caso di pubbliche amministrazioni), ad un tasso d’interesse annuo dello 0,5 per cento.

Sono finanziabili gli interventi di microcogenerazione diffusa (fino a 50 kWe), impianti per produzione di energia da fonti rinnovabili di piccola taglia, i cosiddetti “usi finali” (investimenti per isolamento termico degli edifici, climatizzazione e teleriscaldamento, cogenerazione), la sostituzione dei motori elettrici nelle imprese, interventi sui processi produttivi che generano protossido di azoto, progetti di ricerca o di gestione forestale sostenibile.
I 600 milioni di euro previsti per il Fondo, 200 dei quali per l’anno in corso, saranno ricostituiti nel tempo con il progressivo rimborso delle rate dei finanziamenti.

Per accedere alle agevolazioni, cumulabili con altri incentivi nazionali per gli stessi temi, bisognerà presentare domanda via Internet il giorno 16 marzo dalle ore 12 (ci si può comunque accreditare nei giorni precedenti) sul sito della Cassa Depositi e Prestiti all’indirizzo: www.cassaddpp.it/cdp/Areagenerale/FondoKyoto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbloccati i “prestiti verdi”: in arrivo 600 milioni di euro
CesenaToday è in caricamento