"L'Iper Rubicone? Non si amplia anzi si riduce"

Il Comune di Savignano interviene per fare chiarezza sulla questione Iper Rubicone. In un articolo pubblicato dalla Voce qualche giono fa si annunciava un ampliamento degli spazi

Il Comune di Savignano interviene per fare chiarezza sulla questione Iper Rubicone. In un articolo pubblicato dalla Voce qualche giono fa si annunciava un ampliamento degli spazi, ma la smentita dell'amministrazione ha “fatto luce sulla vicenda”. “Il centro commerciale di Savignano mare non verrà ampliato, - si legge nella nota di Palazzo -  ma sarà soggetto ad una riqualificazione finalizzata ad una migliore gestione delle strutture dal punto di vista commerciale”. Poi il Comune annuncia che anziché aumentare, la superficie commerciale diminuirà.

“Un intervento – prosegue la nota - che prevede, tra  l'altro, la demolizione di cospicue parti esistenti, e la riduzione della superficie di vendita dagli attuali 36.053,29 mq. a 34.732 mq., cioè 1.321,29 mq. in meno, senza modificare gli indici di edificazione. Non è vero dunque che l'”Iper è pronto all'ampliamento”. Si tratta di una riqualificazione, per meglio dire di un trasferimento di superfici e -  ribadiamo - non di un ampliamento”.

“La riqualificazione – si legge - mira ad integrare meglio le attività commercialmente, aggregandole. In parole povere sarà demolita una parte del parco commerciale aggregandola allo storico cosiddetto “Iper 1” che avrà così tre ingressi, uno in più rispetto all'attuale. Le demolizione riguarderà il Parco di Romagna (parzialmente); i due corpi di fabbrica delle “Botteghe di Romagna”; il Ristorante “Rosso Pomodoro” e 3.220 mq. di pensiline.  Sarà quindi eretto un nuovo fabbricato contiguo e comunicante con il centro commerciale “Romagna Center”. I due fabbricati verranno connessi rimodulando l'edificio che attualmente ospita OVS”.

“La nuova galleria disporrà di finiture analoghe a quella esistente con un terzo ingresso. Anche la viabilità ed i parcheggi verranno ovviamente rimodulati in base alle nuove esigenze. La presentazione al Comune del piano attuativo è stata autorizzata nelle scorse settimane dalla Giunta Comunale. Il piano verrà presentato per l'adozione in uno dei prossimi Consigli Comunali. I passi successivi saranno la pubblicazione, l'acquisizione dei pareri degli enti sovraordinati e l'approvazione definitiva, sempre da parte del Consiglio Comunale”.

“Come si vede, il percorso è agli albori. Tutto avviene quindi alla luce del sole, nel più rigoroso rispetto delle procedure che la normativa prevede. L'Amministrazione Comunale non ha fatto una scelta “silenziosa” come sostiene Graziano Gozi della Confersecenti Cesenate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

Torna su
CesenaToday è in caricamento