Savignano, Cna inaugura i nuovi uffici e premia le migliori idee di impresa

Inaugurazione sede rinnovata, assemblea annuale e premiazione migliori idee d’impresa. Focus: nell’area 8,5 imprese ogni 100 abitanti, il 27% di imprenditori ha più di 60 anni, il tema del passaggio d’impresa

Una serata densa di appuntamenti quella di lunedì per CNA Est Romagna: inaugurazione degli uffici rinnovati di Savignano sul Rubicone, buffet conviviale, assemblea annuale con premiazione delle migliori idee di impresa. Un programma che ha attirato imprese e ospiti, per un totale di oltre 120 presenze.

Dopo la visita agli uffici, moderni e accoglienti, la serata è proseguita presso la sala Allende, con un buffet accompagnato dalla musica del maestro Roberto Siroli, della scuola “Secondo Casadei” gestita dalla Onlus Koinè ed a seguire l’assemblea annuale di CNA Est Romagna. Al centro della serata, il focus sulle imprese dell’area Rubicone e Mare: uno studio sulle caratteristiche delle imprese del tessuto locale, fotografate adesso e in prospettiva, nell’ottica di mantenere tale ricchezza e vivacità.

Nel suo saluto introduttivo Marco Gasperini, presidente di CNA Est Romagna, ha ricordato “la volontà di CNA di essere sempre vicina alle imprese. Questo si è dimostrato anche nella circostanza dell’incendio: non abbiamo perso un giorno di lavoro e nessuna azienda ha subito il benché minimo disservizio. Questa sera parliamo di rilancio e ragioneremo sui temi della continuità d’impresa e del ricambio generazionale, per garantirci la tenuta del sistema economico ed imprenditoriale”.

Roberto Nini, membro della presidenza di CNA Est Romagna, ha presentato uno studio sulle caratteristiche dell’imprenditoria locale, affermando che “il nostro tessuto produttivo si basa su una imprenditorialità diffusa, con 8,5 imprese ogni 100 abitanti, di piccola dimensione, che va consolidandosi (-0,8% di imprese e +3,6% di addetti). Un aspetto, però, deve farci riflettere: il 27% di imprenditori ha più di 60 anni e il 17%, più di 64; questo porta a dover avviare piani di avvicendamento che, nel caso degli ultrasessantenni, vanno pianificati nel breve”.

Marco Lucchi, responsabile di CNA Est Romagna ha sottolineato: “la trasmissione d’impresa è un passaggio imprescindibile che, per la sua complessità e per le variabili che influenza, non può essere improvvisato; esso non è mai standardizzabile, va costruito in base alle caratteristiche di ogni singola impresa e deve essere sostenuto da competenze esterne specifiche. Il rischio è quello di lasciare immodificate le tendenze che vedono, in Europa, due aziende su tre chiudere entro i 5 anni dal passaggio e solo una su cinque, arrivare alla terza generazione”. Un intervento che è stato completato, dal punto di vista tecnico, da Marco Biguzzi, consulente fiscale dell’area.

“CNA è impegnata da anni – ha sostenuto Lorenzo Zanotti, presidente di CNA Forlì-Cesena – a sostenere il passaggio generazionale e ne sono prova le proposte di defiscalizzazione e di agevolazioni previdenziali che sottoponiamo al governo, così come quella che prevede la figura di un tutor, che pianifica e segue l’iter del passaggio. Sono altresì convinto che qualcosa si possa fare anche ai livelli decentrati; alle amministrazioni locali chiediamo di sostenere con incentivi economici questa fase delicata”.

Nel suo intervento, il presidente dell’Unione dei comuni Rubicone e Mare Filippo Giovannini, ha convenuto sulla “correttezza e tempestività dell’analisi, che pone in primo piano una problematica reale. Un tema che, nel medio periodo, potrebbe indebolire concretamente l’intero tessuto locale. Per evitare che ciò accada, mi impegno a formalizzare nel breve periodo, una task force composta dai rappresentanti delle associazioni imprenditoriali e delle amministrazioni, avente il compito di sostenere ogni sforzo compiuto in direzione della salvaguardia della nostra struttura produttiva ”.

A conclusione dell’assemblea, sono state premiate le migliori idee d’impresa, che nei mesi scorsi hanno partecipato al concorso CNA Start, dedicato esclusivamente al territorio del Rubicone e Mare.

Sono state presentate 21 idee, relative ad attività di quasi tutti i settori, alcune delle quali concretizzabili nel breve periodo.

I cinque vincitori hanno ricevuto dal direttore di CNA Forlì-Cesena, Franco Napolitano, la consegna di voucher del valore di 2.000 euro al primo classificato e di 750 euro per gli altri quattro, spendibili in servizi CNA a sostegno della futura impresa.

Ecco l’elenco dei vincitori:

1°  Fabiana Giovanardi, di Gambettola

2° Cristina e Iulian Cosmin, di Cesenatico

3° Andreas Cappelli, di Cesenatico

4° Mario Oronte, di Cesenatico

5° Francesco Orlandi, di Gatteo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento