San Mauro Pascoli, progetto per rilanciare commercio e turismo: il saldo è attivo

Sostegno alle neoimprese, ma anche alle altre imprese della rete distributiva che costituiscono il pilastro del commercio sammaurese, nuove politiche sulla tassa rifiuti, il problema della sicurezza da affrontare concretamente con le telecamere della videosorveglianza

Sostegno alle neoimprese, ma anche alle altre imprese della rete distributiva che costituiscono il pilastro del commercio sammaurese, nuove politiche sulla tassa rifiuti, il problema della sicurezza da affrontare concretamente con le telecamere della videosorveglianza, il rilancio del turismo culturale volano per la crescita di San Mauro Pascoli, un maggior collegamento tra il territorio comunale dell'entroterra e San Mauro Mare. Sono stati alcuni dei temi salienti di un confronto che si è tenuto in Comune tra il sindaco di San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia, il presidente Confcommercio di San Mauro Pascoli Raffaele Bernabini e il responsabile dell'associazione Paolo Vangelista.

“Il Comune è vicino a chi fa impresa - ha detto il sindaco – e ne è prova il bando con i contributi alle nuove imprese giovanili e femminili, un fondo di 40mila euro per chi inizia una nuova attività, con tremila euro a fondo perduto per impresa. Le domande sono state tutte esaudite. Siamo orientati a riproporlo in futuro e inoltre l'impiego è quello di sostenere chi assume con sgravi fiscali, sulla scia delle leggi nazionali recentemente varate. Il saldo delle imprese a San Mauro è attivo, sia pur di poco ed è un segnale di fiducia nel contesto di un Comune che, grazie anche al suo punto di forza del distretto calzaturiero con le grandi aziende, mantiene i livelli occupazionali e quindi una coesione sociale importante”.

Sulla tariffa rifiuti i comuni del Forlivese si sono orientati a smarcarsi dall'ente gestore Hera, che vuol fare San Mauro Pascoli?. “Il comune di San Mauro Pascoli indirà una gara pubblica per l'assegnazione del servizio alle migliori condizioni, stiamo rivedendo il sistema di raccolta differenziata che vogliamo implementare, abbiamo riportato il servizio la bollettazione in casa, ma non abbiamo intenzione di spendere soldi inutili per costituire una nuova società che non riusciremmo a controllare come non controlliamo Hera. Il problema delle tariffe alte esiste e certe categorie commerciali ne sono particolarmente colpite e bisogna agire su Atersir, l'ente regionale che detiene il potere decisionale per diminuirle”.

Emergenza sicurezza. “Abbiamo previsto un progetto di videosorveglianza, che dovremo realizzare e potenziare. La polizia comunale è tornata in capo al Comune, abbiamo stretto un protocollo con la Guardia di Finanza per contrastare le attività produttive illecite e abusive nel settore del contoterzismo. I furti in casa sono in crescita e stiamo cooperando con le forze di Polizia per far fronte a questa situazione”.

Centro storico, segnali positivi. “Con la nascita dell'associazione Made in San Mauro Pascoli – ha rimarcato il sindaco – possiamo contare su 32 attività che promuovono eventi tutto l'anno, che si affianca alle organizzazioni di categoria, un valore aggiunto per San Mauro Pascoli. Lo sforzo maggiore lo vogliamo attuare per il rilancio turismo culturale delle terre del Rubicone, di cui sono pilastri casa Pascoli e Villa Torlonia. Abbiamo mantenuto la tassa di soggiorno proprio per poter mettere in cassa risorse da investire in promozione turistica.

“Quello che a noi interessa – hanno messo in luce il presidente Confcommercio Bernabini e il responsabile Vangelista – e che le imprese sammauresi, ne esiste una ogni nove abitanti, possano operare in un ambiente favorevole, con un sistema città che le sostenga nei provvedimenti di sgravio tributario, burocratico, di accessibilità ai luoghi del commercio attraverso politiche della circolazione e della sosta mirate e aiuto alle attività del centro e in tutto il territorio comunale che arriva sino alla costa. I contributi per le neoimprese debbono essere riproposti accompagnandoli a sgravi tributari per tutte le altre. Sulla sicurezza bisogna investire più risorse perché è una esigenza prioritaria e identtiaria di cittadini e imprenditori sammauresi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento