Economia

Uil, Roberto Ferrari confermato alla guida del sindacato metalmeccanici

Al termine dei lavori l’assise ha visto riconfermato alla unanimità leader dei metalmeccanici della Uil cesenate Roberto Ferrari

Sì è svolto venerdì a Sant’Andrea in Bagnolo il decimo Congresso Territoriale della Uilm Cesena, il sindacato dei metalmeccanici della Uil, che ha rinnovato i propri organismi direttivi per i prossimi quattro anni. Al Congresso sono intervenuti Marcello Borghetti, segretario della Uil di Cesena, Giuliano Zignani, segretario generale Uil Emilia Romagna ed Eros Panicali della segreteria nazionale Uilm e delegate e delegati eletti nelle assemblee pre congressuale nelle più importanti aziende metalmeccaniche del territorio cesenate. Al termine dei lavori l’assise ha visto riconfermato alla unanimità leader dei metalmeccanici della Uil cesenate Roberto Ferrari.

"Il Congresso Territoriale della Uilm - afferma Roberto Ferrari - si è svolto alla vigilia di un importante appuntamento elettorale per il rinnovo del Parlamento italiano. Elezioni che avvengono nell’ambito di un contesto politico italiano di forte debolezza e, soprattutto, di scarsa tenuta sociale del Paese come stanno a dimostrare i recenti fatti cruenti e sanguinosi di Macerata e le recrudescenze di violenze ed intolleranze di destra e di sinistra. In questa campagna elettorale va dato merito al sindacato Confederale, e alla UIL in particolare, di aver dettato l’agenda alle forze politiche in campo imponendo il confronto su tematiche ben precise: Legalità, Lavoro, Pensioni e Fisco".

"In riferimento al comparto metalmeccanico cesenate - prosegue Ferrari - la sia pur lenta ripresa in termini di ordini e fatturato non si sta accompagnando adeguatamente ad una naturale redistribuzione della ricchezza a lavoratrici e lavoratori tramite premi di risultato contrattati nelle aziende". Su quasi un centinaio di aziende sopra i 15 addetti, infatti, ad oggi sono stati sottoscritti solo una decina di contratti integrativi aziendali. Nei restanti casi la contrattazione integrativa è ferma da anni e le aziende non si rendono disponibili ad aprire tavoli di confronto per ragionare di premi di risultato collettivi. Nel comparto artigiano la situazione è ancora più drastica non riuscendo neppure a concludere accordi sul welfare aziendale.

Nel frattempo assistiamo ad un aumento dei carichi di lavoro micidiale sotto il profilo dello stress da lavoro correlato e turni massacranti spesso al limite del tetto sull’orario di lavoro fissato dalla legge e dai contratti nazionali di lavoro. Queste peculiarità hanno fatto poi emergere un’altra problematica molto sentita e che riguarda la conciliazione dei tempi vita lavoro, molto sentita anche nelle aziende del territorio. Nel rinnovo contrattuale di Federmeccanica del 26 novembre 2016 era insito un Patto tra Imprese e Sindacato che ha portato all’inserimento del principio della totale variabilità dei Premi di Risultato; un patto in base al quale si sarebbe dovuta rilanciare la contrattazione di secondo livello nelle aziende.

"Ad oggi - incalza Ferrari - possiamo constatare, nostro malgrado, che quel patto non è stato rispettato. Chiediamo quindi alle Aziende ed alle Associazioni datoriali di onorare quel patto ed aprire i tavoli negoziali". Occorre infine porre molta attenzione in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I dati diffusi dall’Inail vedono in sensibile aumento le morti sul lavoro ed anche nel territorio cesenate i dati cominciano ad essere alquanto preoccupanti. "Come Uilm - conclude Ferrari - proponiamo la costituzione di un Osservatorio territoriale che veda la presenza di sindacato, associazioni ed istituzioni con funzioni di monitoraggio e raccolta statistica dei dati inerenti denunce di infortunio e malattie professionali, la tenuta di un registro dei rappresentanti dei lavoratori territoriali oltre ad una assemblea annuale nel territorio per la condivisione di buone prassi in materia di sicurezza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uil, Roberto Ferrari confermato alla guida del sindacato metalmeccanici

CesenaToday è in caricamento