Rifiuti a Bagno di Romagna, Confartigianato chiede la tariffa "puntuale"

"In realtà molte imprese continuano a pagare bollette esose pur producendo basse quantità di rifiuti e inoltre smaltiscono rifiuti speciali a proprie spese", rimarca il responsabile di Confartigianato Valle Savio Pierluigi Battistini

Confartigianato Valle Savio approva la decisione dell'amministrazione comunale di Bagno di Romagna sulla nuova ripartizione del carico della tariffa rifiuti tra residenti e imprese fissata al 50% per entrambe le categorie, che rappresenta un segnale a favore di chi fa impresa, produce ricchezza e alimenta la crescita nel territorio montano. "Pagare tariffe eque e puntali - rimarca il responsabile di Confartigianato Valle Savio Pierluigi Battistini -. Questo chiede da sempre Confartigianato di Bagno di Romagna, in prima linea nella battaglia per ottenere una tariffa calcolata sui rifiuti effettivamente conferiti, la cosiddetta tariffa puntuale. In realtà molte imprese continuano a pagare bollette esose pur producendo basse quantità di rifiuti e inoltre smaltiscono rifiuti speciali a proprie spese. Di fatto, con questo regime, le imprese finiscono per essere soggette a una sorta di patrimoniale calcolata sui mq dell'attività e non sui rifiuti effettivamente prodotti e conferiti al servizio pubblico. Fare impresa in montagna è molto più oneroso rispetto a chi intraprende in pianura a causa dei maggiori costi da sostenere e dei minori servizi fruiti, quindi l'alleggerimento tributario e fiscale e l'eliminazione delle iniquità sono fondamentali per il sostegno a chi fa impresa". "Confartigianato Valle Savio- prosegue il responsabile Battistini - continuerà a battersi per una tariffa puntuale che sia il corrispettivo dei rifiuti effettivamente conferiti.  Il benessere della montagna si crea e si mantiene creando condizioni favorevoli per far sì che le imprese crescano e si sviluppino mantenendo occupazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento