Reti Idriche e Gas incrementa il fatturato

Unica Reti SpA, società degli asset idrico e gas a totale partecipazione pubblica, ha chiuso l'esercito 2011 con un incremento rispetto all'esercizio precedente dell'8,8 % circa

Unica Reti SpA, società degli asset idrico e gas a totale partecipazione pubblica, ha chiuso l'esercito 2011 con un incremento rispetto all’esercizio precedente dell’8,8 % circa, raggiungendo il risultato di 8.655.573 euro ( 7.958.224 euro l'esercizio 2010). Il positivo risultato di gestione conseguito prima delle imposte è di 2.487.337 euro (1.743.437 euro esercizio 2010). Continua pertanto il trend positivo realizzato negli ultimi anni.

Il risultato d'esercizio 2011, dopo le imposte, è quindi di 1.648.224 euro (1.132.029 euro l'esercizio 2010). I ricavi complessivi si assestano a oltre 8,6 milioni di Euro, mentre il Patrimonio Netto ha raggiunto la cifra di circa 215 milioni di Euro, registrando un incremento rispetto all'esercizio precedente, dovuto al risultato positivo conseguito nell’esercizio 2011. A seguito di tali risultati e nel rispetto dei programmi societari, il CDA proporrà all'Assemblea dei Soci di fine aprile di destinare una parte dell'utile, per 1.200.000 euro, a dividendo per i Comuni. Nel 2010 furono distribuiti dividendi per circa 630mila euro.

La Società nel corso nel 2011 ha intensificato l’attività di studio ed elaborazione degli atti e degli strumenti tecnici per la gestione delle prossime gare gas. Unica Reti SpA, si legge in una nota, "è già stata investita del ruolo di Stazione Appaltante dai Comuni Soci, con cui è stato affidato il compito di gestire le gare per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale. E’ questa senza dubbio l’attività più rilevante che spetterà a Unica Reti sin dai prossimi mesi. Predisporre e indire la gara per il servizio di distribuzione gas sarà un compito di grande responsabilità, frutto della convinta decisione dei Comuni Soci di mantenere pubblica la proprietà delle reti gas e di gestire la procedura di gara con la propria società proprietaria degli impianti. Attraverso quest’azione si potrà giungere alla piena valorizzazione di una parte assai importante del patrimonio pubblico, programmandone anche il piano di sviluppo e il potenziamento sul territorio"

"E’ inoltre proseguita la raccolta dei dati per l’aggiornamento delle cosiddette “addizioni”, cioè delle nuove reti acqua/fogna e gas di proprietà dei Comuni realizzate principalmente in nuove lottizzazioni, favorendo quindi l’aggiornamento puntuale dei dati sui beni patrimoniali pubblici anche al fine della corretta valorizzazione economica - continua il comunicato -. La Società ha inoltre sostenuto la richiesta di alcune Amministrazioni Socie di contribuire al progetto per la realizzazione delle “Casa dell’Acqua”, un servizio ai cittadini per la piena valorizzazione e l’erogazione gratuita dell’acqua di rete. Il progetto sta avendo un grande successo di pubblico e sta vedendo la diffusione di tali strutture oltre che a Cesena e Gambettola dove il servizio è già attivo, anche a Castrocaro Terme-Terra del Sole, a Savignano sul Rubicone, a Cesenatico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

  • Migliora la situazione maltempo, a Cesenatico rotte due dune per contenere la furia del mare

Torna su
CesenaToday è in caricamento