menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parte del tempo lavorativo dedicato alla solidarietà col flashmob sul diabete

Sono sempre di più le aziende che in Italia sposano il concetto di responsabilità sociale d'impresa dedicando parte delle loro risorse ad iniziative di volontariato aziendale. Il personale dell'azienda è coinvolto in progetti a vantaggio della collettività

Sono sempre di più le aziende che in Italia sposano il concetto di responsabilità sociale d’impresa dedicando parte delle loro risorse ad iniziative di volontariato aziendale. Il personale dell’azienda è coinvolto in progetti a vantaggio della collettività in momenti in cui dovrebbe invece essere operativo nella funzione lavorativa che ricopre. Il presupposto alla base di queste iniziative è la certezza che le persone che lavorano per un’azienda possano essere di sostegno a progetti di utilità sociale e che possano trarre da quest’esperienza motivazione, crescita e coinvolgimento.

Sono soprattutto le grandi aziende che si stanno avvicinando a questa forma di impegno sociale, le piccole, invece, spesso non trovano il tempo per ritagliarsi momenti di condivisione di questo tipo. Ancora una volta la Romagna si dimostra terra di innovazione e cuore con una piccola realtà del territorio protagonista di quest’esperienza. Una media agenzia di assicurazioni, la Generali Ina Assitalia - Cesena Nord, i cui agenti Generali Maria Teresa Bugli e Christian Rossi hanno voluto cogliere l’opportunità del volontariato nel contesto ospedaliero. L’agenzia, che opera nel territorio cesenate e che ha dei punti vendita a San Piero in Bagno, Sarsina, Mercato Saraceno e Cesenatico, con 8 dei suoi collaboratori ha partecipato al flash mob promosso dall’associazione Diabete Romagna, in occasione della Wellness Week, per sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione e dei sani stili di vita.


Una mattinata speciale che ha visto dei consulenti assicurativi togliersi la giacca per indossare le magliette blu dell’associazione e ballare a ritmo di musica assieme a malati di diabete, medici, infermieri, e volontari dell’associazione. Come location la sala d’aspetto del reparto di Diabetologia dell’Ospedale Morgagni Pierantoni di Forlì, dove l’associazione Diabete Romagna ha la sua sede. “Un’esperienza indimenticabil - commenta Simone Bravaccini, responsabile del punto vendita di San Piero in Bagno - nei giorni scorsi ci siamo preparati al flash mob con il video tutorial e un po’ eravamo preoccupati, poi ci siamo trovati lì tutti assieme, con persone di diverse età, molte delle quali con diabete e persone che tutti i giorni dedicano la loro vita ad aiutare gli altri. Quando ho visto le facce stupite dei pazienti nella sala d’aspetto e i loro sorrisi mi sono reso conto di quante cose diamo tutti i giorni per scontato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento