Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia

Case che vanno al 100% con energia pulita? Ci scommette la cesenate PLT puregreen

"Con PLT puregreen - spiega Pierluigi Tortora, presidente e amministratore delegato di PLT energia - procediamo nella direzione etica che abbiamo scelto, ossia di contribuire allo sviluppo sostenibile"

Accendere la luce e riscaldarsi senza impattare minimamente sull’ambiente? E’ la scommessa della cesenate “PLT puregreen”, che si propone come la prima azienda italiana di un certo rilievo a vendere energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili e completamente “Made in Italy”. La scommessa è di farlo a costi competitivi e sicuramente non superiori a chi consuma fonti fossili.

Controllata del gruppo PLT energia, “PLT puregreen” diffonderà sul territorio nazionale l’energia prodotta dalla casa madre che attualmente conta 10 parchi fotovoltaici, 29 parchi eolici, di cui 9 grande eolico, e 2 impianti a biogas, e che per il 2017 stima una produzione di circa 300 GWh annui di energia pulita capaci di soddisfare il fabbisogno di oltre 136.000 famiglie.

ENERGIA VERDE AL 100% - I servizi offerti dalla neonata PLT puregreen saranno di fornitura di energia elettrica (su tutto il territorio nazionale e, in particolare, si concentrerà in una prima fase in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Puglia) e di gas (inizialmente nelle principali città italiane) e saranno disponibili on-line sul sito www.pltpuregreen.it, oltre che nei “PLT Green Store” di prossima apertura, veri e propri punti fisici per incontrare l’utenza e dare i servizi di consulenza. Già ora è possibile passare al nuovo fornitore, che prevede una serie di soluzioni, dalla tariffa monoraria a quella trioraria, alla variabile e variabile con cap.

“Con PLT puregreen - spiega Pierluigi Tortora, presidente e amministratore delegato di PLT energia - diamo corso alla naturale evoluzione del nostro core business e al contempo procediamo nella direzione etica che abbiamo scelto, ossia di contribuire concretamente allo sviluppo sostenibile”. Trasparenza dell’offerta e un servizio di customer care attivo su canali on line e telefonici sono altre due delle caratteristiche salienti del marchio “PLT pure green”, come conferma il direttore Enrico Corona: “Con l’entrata in vigore del mercato libero dell’energia, previsto per la metà del 2018, il cliente dovrà scegliere una nuova offerta commerciale. La nostra proposta - che nasce anche in considerazione del fatto che oggi le persone sono sempre più attente alle tematiche ambientali e al contempo desiderano essere informate circa le diverse possibilità del mercato dell’energia - è guidata da tre principi base: attenzione all’ambiente, offerte competitive per la nostra energia green e massima trasparenza”.

GLI OBIETTIVI DI PLT ENERGIA - Il gruppo PLT energia, che ha base a Cesena sulla Dismano punta, nei suoi obiettivi, ad incrementare la capacità installata, realizzando e acquisendo impianti, inoltre ha in programma un piano di “aggiornamento tecnologico ” degli impianti più datati e, appunto, lo sbarco nel mercato al consumatore finale, che nel 2018 vede l’apertura dell’ultimo segmento, quello domestico nel settore elettrico. Per quella scadenza, il gruppo energetico cesenate vuole arrivarci completamente vestito di “verde”, anche perché – spiega Tortora – i dati macroeconomici indicano che in Italia il consumo energetico è tornato quello del 2002, il fabbisogno di gas è tornato ai livello del 1998, i prodotti petroliferi sono in continuo calo, mentre ciò che cresce nell’ambito energetico sono le fonti pulite che oggi rappresentano il 20 percento della produzione.

“Il panorama e chiaro – spiega l’amministratore delegato -: la competizione sarà sul recupero, sul consumo intelligente, ed è qui ci vogliamo collocare. Non saremo solo fornitori, ma anche consulenti per il disbrigo delle pratiche e in generale consulenti nell’efficientamento energetico. Apriremo direttamente dei Plt green store, con servizi complementari. L'offerta, inoltre, sarà molto vantaggiosa, con contratti trasparenti e leggibili. aperti canali social”. E conclude: “Crediamo in una crescita progressiva e costante, per questi ci poniamo l'obiettivo per i prossimi anni di raccogliere 50mila clienti finali, tra microbusiness e famiglie”.
 
“Attualmente sul mercato ci sono 359 società di vendita; le prime dieci coprono il 56 percento del mercato. Noi nei prossimi anni, considerato che ci sarà una concentrazione degli operatori, puntiamo ad arrivare tra i primi dieci operatori – continua Tortora -, per essere pronti al 1 luglio 2018 quando il mercato si liberalizzerà totalmente per 20 milioni di utenze domestiche e 4 milioni di piccole imprese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case che vanno al 100% con energia pulita? Ci scommette la cesenate PLT puregreen
CesenaToday è in caricamento