Rubicone, Confcommercio: "Troppe buche sulle strade, c'è moria di cicloturisti"

A denunciare la situazione sono il presidente della Confcommercio di Sogliano Andrea Carghini e Egisto Dall'Ara, membro di giunta cesenate di Confcommercio, storico albergatore di Gatteo Mare.

"Una drastica riduzione del 40% di cicloturisti che può allargarsi fino al dimezzamento nelle colline del Rubicone, meta tradizionale degli amanti delle due ruote, con danni ingenti al sistema produttivo, in particolare agli alberghi della riviera e ai bar e pubblici esercizi, fra cui i tanti chioschetti collinari, disseminati nel territorio". A denunciare la situazione sono il presidente della Confcommercio di Sogliano Andrea Carghini e Egisto Dall'Ara, membro di giunta cesenate di Confcommercio, storico albergatore di Gatteo Mare.

"Già da Pasqua - dice Dall'Ara - ci siamo resi conto della secca diminuzione di cicloturisti stranieri e italiani, che si è manifestata in maniera così evidente nei mesi di aprile e maggio, tradizionale periodo di grande espansione di questa pratica sportiva e ludica: la ragione dipende dalle condizioni dissestate dei manti stradali, dalla assenza di manutenzione a causa della mancanza di risorse e ciò sta provocando la fuga dei cicloturisti verso altri territori che presentino strade in condizioni soddisfacenti. Purtroppo la ridotta operatività della Provincia si fa sentire pesantemente, ma serve uno sforzo eccezionale anche da parte dei Comuni perché i turismo sportivo e il cicloturismo sono una risorsa del nostro territorio oltreché un motivo del nostro prestigio".

"Purtroppo la situazione si sta incancrenendo - osserva il presidente di Confcommercio di Sogliano, Carghini -: buche, avvallamenti, toppe, quando non frane vere e proprie, sono ormai all'ordine del giorno in molte strade meta di cicloturisti ed è veramente indispensabile intervenire per ripristinarle e anche per assicurare migliori collegamenti tra pianura e collina nel territorio del Rubicone. In tanti anche a Sogliano lamentano la riduzione dei cicloturisti con danni alle attività di ristorazione, somministrazione e recettività. Lo stesso problema si riscontra a Borghi e Roncofreddo e interventi urgenti sulle strade sono indispensabili per mantenere appetibile il nostro territorio e per evitare la moria di cicloturisti che produce cali di fatturato per tante attività commerciali e turistiche del nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento