Presentata a Cesena la Guida Slow Wine 2017 con lo chef Marco Cavallucci

Una iniziativa d'eccezione che si è svolta al ristorante "Cibus", a cura della Condotta Slow Food Cesena, in collaborazione con la Confesercenti Cesenate

Cesena ha ospitato la presentazione della guida Guida Slow Wine 2017 con la cucina dello chef Marco Cavallucci. Una iniziativa d’eccezione che si è svolta al ristorante "Cibus", a cura della Condotta Slow Food Cesena, in collaborazione con la Confesercenti Cesenate. Il responsabile per la Romagna di Slow Wine, Simone Zoli ha guidato la degustazione di ben 7 vini presenti in guida. Un’ampia panoramica di vini italiani abbinati ai piatti prelibati di Cavallucci, coadiuvato in cucina dallo staff del ristorante "Cibus". Ospite, con il settimo vino a sorpresa, per la Romagna, c’era il produttore Gianluca Tumidei, della "Tenuta Pennita", di Castrocaro Terme-Terra del Sole, di c’era in assaggio anche il suo olio extravergine di oliva “Selezione Alina” (Presìdio Slow Food). Slow Wine ha rivoluzionato il modo di fare critica enologica. Non più solo giudizi e descrizioni organolettiche delle etichette, ma una vera e propria narrazione del vino dove la conoscenza profonda e diretta delle cantine e dei vini è assoluta protagonista.

La nuova guida ai vini più venduta d'Italia racconta il nostro patrimonio vitivinicolo e ci parla di cultura, di storia e del lavoro di vignaioli e vignaiole: tutte cose che rendono l’Italia un Paese fiero della propria tradizione agricola. Ecco i vini che degustati nella serata: Veneto - Valdobbiadene - Dosaggio Zero 2013, Ca' dei Zago; Umbria - Arnèto 2015 (Trebbiano spoletino), Tenuta Bellafonte; Campania - Fiano di Avellino 2014, Rocca del Principe; Romagna – vino a sorpresa, Tenuta Pennita; Toscana - Boggina 2014, Petrolo; Piemonte - Barbera d'Asti Superiore Nizza 2013, Le Nicchie - La Gironda; Piemonte - Barolo Cascina Nuova 2012, Elvio Cogno.

Ed ecco il menù di Marco Cavallucci: Stuzzichini e sfiziosità con aperitivo di benvenuto; Tortello alla piastra con baccalà, patate ed emulsione di poverazze; Risotto in bianco con cozze (le lumachine previste non sono state reperite a causa delle condizioni del mare), maggiorana e polvere di cipolla bruciata; Passatelli asciutti con ragù di scorfano, verdure e pesto leggero; Guancia di vitello brasata al Barolo con patate mantecate all’olio extravergine Selezione Alina (Presidio Slow Food) e verza croccante; Semifreddo al Grand Marnier con crumble all’arancia e cioccolato fondente; Piccola Pasticceria (a sorpresa e fuori menù). La Piadina con strutto di Mora Romagnola è stata preparata dal Cibus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento