Ventotto milioni di lavori: su tutti Tecnopolo e piazza della Libertà

Oltre ventotto milioni e mezzo di investimenti nell'arco di tre anni, di cui poco più di 16 milioni per il 2013. E' questo l'impatto economico della proposta di Programma dei Lavori Pubblici relativo al triennio 2013-2015

Progetto di piazza della Libertà

Oltre ventotto milioni e mezzo di investimenti nell’arco di tre anni, di cui poco più di 16 milioni  per il 2013. E’ questo l’impatto economico della proposta di Programma dei Lavori Pubblici relativo al triennio 2013-2015 messo a punto dall’Amministrazione Comunale di Cesena. “Questo documento – avvertono il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – non va confuso con il Piano degli Investimenti, che definisce le priorità individuate dall’Amministrazione per i prossimi tre anni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta, piuttosto, del crono-programma che definisce in modo puntuale, soprattutto per il 2013, i tempi di apertura dei cantieri già definiti all’interno del bilancio degli investimenti. Non a caso, praticamente tutti gli interventi che avevamo inserito nel programma per il 2012 sono stati puntualmente avviati: è il caso, ad esempio dell’ampliamento della scuola elementare di Pievesestina, della riqualificazione energetica della media Plauto, delle piste ciclabili lungo la via Dismano e fra Ronta e San Martino, mentre qualcuno, come la pista ciclabile di via Savio, è stata già completato”.
 
I PROGETTI PIU' IMPORTANTI
- Secondo la tabella di marcia stilata, fra gli interventi più rilevanti che saranno quanto meno avviati nel 2013 compaiono progetti già annunciati e presenti nei programmi degli anni scorsi, come la riqualificazione di piazza della Libertà (per un importo di 3 milioni e 100mila euro), la realizzazione del Tecnopolo (per 2 milioni e 860mila euro), la sistemazione delle vie Fantaguzzi e Albizzi (400mila euro), il secondo lotto di adeguamento del Palazzo Comunale (1 milione e 80mila euro). A questi si affiancano due nuove previsioni di peso: il primo lotto dell’ampliamento della scuola primaria delle Vigne, per un impegno economico di 3 milioni e 375mila euro, e l’avvio dell’interramento dell’elettrodotto sempre in zona Vigne, per un importo di 2 milioni e 950mila euro.

“L’inserimento di queste due opere nel programma dei lavori pubblici  – spiegano il  Sindaco e l’Assessore – è strettamente collegato al contratto di valorizzazione urbana proposto dal Comune di Cesena per accedere alle risorse che, secondo quanto previsto dal decreto legge sulle ‘Misure urgenti per la crescita del paese’, saranno rese disponibili dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso il Piano Nazionale delle Città, dedicato alla riqualificazione delle aree urbane. L’intervento che abbiamo presentato è quello del Pru Novello, che risponde a tutti i requisiti indicati per l’attuazione del Piano Nazionale delle città: è un programma già approvato, per il quale si sta costituendo un fondo immobiliare, mentre sono in fase avanzata le progettazioni delle prime opere pubbliche; prevede un insieme coordinato di interventi, integrando aspetti edilizi e urbanistici; concorre all’incremento della dotazione di attrezzature pubbliche; punta alla riduzione della tensione abitativa con interventi di social housing. La previsione del nuovo quartiere ci aveva già fatto considerare l’esigenza di ampliare la scuola delle Vigne per adeguarla allo sviluppo demografico della zona. E, analogamente, era stato già programmato anche l’interramento dell’elettrodotto, per liberare la zona da un pesante vincolo territoriale. Abbiamo, quindi, semplicemente accelerato i tempi, per completare la proposta di contratto di valorizzazione da presentare al Ministero”.
 
MURA MALATESTIANE e PISTE CICLABILI - Nel quadro dei lavori pubblici indicati per il 2013, anche il consolidamento delle mura malatestiane e della copertura della Portaccia (con 150mila euro a testa), la manutenzione straordinaria dell’ex sede di quartiere di Ponte Abbadesse (258mila euro) e il secondo lotto del progetto di riqualificazione delle fermate bus (309mila euro). Nel pacchetto degli interventi previsti negli anni successivi compaiono, fra gli altri, l’ampliamento della materna di San Vittore, la pista ciclabile lungo il tratto ovest della via Emilia (Torre del Moro), la ristrutturazione della scuola elementare di Martorano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento