Cesena guarda a Forlì, Patrignani: "Anche noi apriamo piazza Del Popolo alle auto"

l presidente Corrado Augusto Patrignani, presidente Confcommercio cesenate, prende come esempio la discussione che sta tenendo banco da mesi a Forlì ed il confronto tra le associazioni di categoria e il Comune

Piazza del Popolo (foto di Franco De Fabritiis)

“Perché mentre il Comune di Forlì sta confrontandosi (amministrazioni e cittadini attraverso le loro rappresentanze), se reintrodurre la circolazione delle auto in piazza Saffi, quando a Cesena Confcommercio propone di ridiscutere la circolazione e la sosta in centro storico infrangendo il tabù di piazza del Popolo pedonalizzata c'è chi grida allo scandalo o a un sacrilegio, se non addirittura a un'azione di lesa maestà?”. Il presidente Corrado Augusto Patrignani, presidente Confcommercio cesenate, prende come esempio la discussione che sta tenendo banco da mesi a Forlì ed il confronto tra le associazioni di categoria e il Comune.

“Eppure è sotto gli occhi di tutti che piazza del Popolo ora è deserta e va rivitalizzata. Da anni lo vediamo e stiamo a braccia conserte. A febbraio aprirà il nuovo Foro Annonario, grande attrattore di clienti e avventori, eppure, lo diciamo con stupore, non è stato studiato un piano di potenziamento della sosta rispetto a quanto veniva offerto in precedenza: verranno infatti resi nuovamente disponibili i posti in piazza Aguselli, ripristinando il parcheggio come c'era prima della chiusura dell'attuale Foro, ma non ne verranno aggiunti altri (quelli dentro il Foro sono decisamente insufficienti, obiettivamente senza rilevanza)”, incalza Partignani.

“Quindi si apre il nuovo Foro e la sosta resta come prima, come se aprisse un centro commerciale senza i suoi spazi per la sosta. Secondo Confcommercio bisogna cambiare strategia e ricostruire un sistema della circolazione e della sosta in centro e attorno alle mura in grado di servire chi decide di recarsi nel nucleo storico e i suoi grandi attrattori. Le scelte non debbono essere blindate, calate dall'alto, ma partecipate. Piazza del Popolo è del popolo non degli esperti dell'ufficio traffico. - continua il presidente dei commercianti - Noi proponiamo quindi di studiare la possibilità di riaprire al traffico di mezzi ecocompatibili piazza del Popolo creando spazi per la sosta nei giorni non mercatali e di ridiscutere le zone a traffico limitato mantenendole solo laddove sono prospicienti o coincidenti alle fasce micropedonalizzate”.

“Piazza del Popolo dal 1984, l'anno in cui venne ristrutturata con il nuovo manto con selci appuntite, è divenuta bellissima da guardare, ma poco praticabile, tant'è vero che sono state create strisce di nuovo manto per poter agevolmente incedere, non solo usate dai disabili con le carrozzelle ma anche dagli avventori che camminano. Ma la piazza oggi resta piazza deserta, un bellissimo quadro da ammirare, eppure desolante, con tante vetrine spente e locali sfitti. Possibile? Una circolazione controllata e uno spazio per la sosta mirata servirà alla piazza e a tutto il centro, a partire dal Foro. Piazza del Popolo va riempita, così come piazza Saffi a Forlì, non può essere ridotta a una cartolina”, chiude.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento