Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Magazzino da 25 milioni di euro e decine di posti di lavoro, Orogel pronta a partire

E' Bruno Piraccini, amministratore delegato di Orogel a presentare i progetti "sbloccati" da una delibera della Giunta Comunale che martedì mattina ha approvato il piano di sviluppo di Orogel, una sorta di quadro di massima sull'espansione del sito produttivo

Bruno Piraccini (Foto Davide Sapone)

Il progetto esecutivo planerà negli uffici comunali tra neanche un mese e poi, non appena arriveranno i permessi per costruire, si partirà con la realizzazione di un nuovo magazzino nell'area dello stabilimento Orogel. La nuova struttura, del costo di circa 25 milioni di euro, porterà all'impiego, si stima, di un numero tra i 50 e 100 nuovi lavoratori. E' Bruno Piraccini, amministratore delegato di Orogel a presentare i progetti “sbloccati” da una delibera della Giunta Comunale che martedì mattina ha approvato il piano di sviluppo di Orogel, una sorta di quadro di massima sull'espansione del sito produttivo.

“Tra 20 giorni – un mese saremo in grado di depositare un progetto complessivo esecutivo – spiega Piraccini – e una volta arrivati i permessi di costruire da parte del Comune, abbiamo le risorse per partire subito coi lavori e realizzare un magazzino automatizzato per i surgelati a meno 30 gradi”. Continua il responsabile dell'Orogel: “Si tratta di un nuovo e moderno reparto che integra stoccaggio, logistica, confezionamento e spedizione del prodotto. Una volta realizzata la struttura potremo liberare locali ora adibiti a questi compiti per realizzare nuove linee di produzione”. Tra tutto si tratta di 25 milioni di euro di investimento, che si aggiungono ai 10 milioni del 2014, questi ultimi dedicati in gran parte ad investimenti di tecnologia e quindi non soggetti ad autorizzazioni urbanistiche.

Ma le novità non hanno solo il volto di nuovi capannoni, bensì sono anche di natura immateriale: “Ci teniamo a proseguire – spiega Piraccini – nel lavoro per fornire prodotti sempre più ricchi di valori nutrizionali, coinvolgendo prima di tutto il produttore agricolo nel processo di produzione. La vera innovazione sta in campagna. Il secondo filone, altra faccia della stessa medaglia, è la sostenibilità ambientale, in quanto non vi può essere benessere della persona se l'ambiente in cui vive la persona stessa è troppo compromesso dalle attività dell'uomo. Anche noi cerchiamo di fare la nostra parte a migliorare il benessere della persona nel suo ambiente”.

Orogel: fatturato in aumento nonostante la crisi

La Giunta approva il Piano di sviluppo dell'Orogel

I big dell'economia: "Cesena ha grandi opportunità, ecco come"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magazzino da 25 milioni di euro e decine di posti di lavoro, Orogel pronta a partire

CesenaToday è in caricamento