Operatori del turismo in sciopero: "Tentativo di smantellare il contratto nazionale"

Filcams, Fisascat e Uiltucs sono disponibili a riprendere il confronto, “purché vengano rimosse dal negoziato una serie di richieste pesanti come l’abolizione degli scatti di anzianità, della 14° mensilità, dei permessi personali e le tutele sulla malattia"

Le organizzazioni sindacali proclamano sciopero per l’intera giornata per i dipendenti del settore turismo: alberghi, agenzie di viaggio, tour operator, bar, ristoranti, le cui aziende sono associate a Confindustria, Confesercenti, Fipe e Fiavet Confcommercio. Ad un anno dalla scadenza del contratto nazionale del Turismo, sottoscritto con le diverse associazioni imprenditoriali, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil esprimono, “per un settore che dovrebbe essere il motore della crescita del nostro paese, grande preoccupazione. La situazione infatti di stallo in cui versano le relazioni sindacali è assolutamente negativa sia per i lavoratori che per gli operatori turistici, e il tentativo di smantellamento del contratto nazionale è inammissibile”.

“Abbiamo assistito in questo periodo ad atteggiamenti inaccettabili di Confindustria, Confesercenti, Fipe e Fiavet Confcommercio  che hanno dilatato i tempi della trattativa o, ancora peggio, hanno disdetto unilateralmente i contratti compiendo un atto grave e irresponsabile, volto a far pagare il costo della crisi esclusivamente alle lavoratrici e ai lavoratori. Sono infatti un milione i lavoratori impiegati nel settore oggi senza rinnovo del contratto nazionale e in condizioni sempre più precarie. L'obbiettivo di tutti, trascorso tanto tempo, dovrebbe tornare ad  essere quello di rinnovare un contratto nazionale utile alle sfide che il nostro paese dovrà affrontare nei prossimi anni puntando sul settore strategico del turismo”, continuano i sindacati.

Filcams, Fisascat e Uiltucs sono disponibili a riprendere  il confronto, “purché vengano rimosse dal negoziato una serie di richieste pesanti come l’abolizione degli scatti di anzianità,  della 14° mensilità, dei permessi personali e le tutele sulla malattia. Chiediamo infatti che sia riconosciuta pari dignità alle esigenze dei lavoratori e delle imprese, recuperando il tempo perduto; per imprimere un’accelerazione al rinnovo del contratto e togliere dal tavolo negoziale le inaccettabili proposte di riduzione dei diritti, delle tutele e delle condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori si proclama  per la giornata di venerdì una giornata di sciopero”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre allo sciopero un’iniziativa pubblica che si terrà alle ore 10.30 a Cesenatico, in Piazza Pisacane adiacente il porto canale. Nella stessa giornata si terranno volantinaggi nelle stazioni
Autogrill della tratta autostradale A14.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento