Oltre settemila imprese "rosa" attive: dati migliori sulla media nazionale

Rispetto al 31 dicembre 2016, calano le imprese femminili attive del Commercio (-1,2%), dell’Agricoltura (-2,7%) e del Manifatturiero (-1,0%)

Nella provincia di Forlì-Cesena, al 31 dicembre si contano 7.692 imprese femminili attive (20,7% del totale delle imprese attive); nel confronto con il 31 dicembre 2016 si riscontra una sostanziale stabilità (-0,2%), come si rileva anche in Emilia-Romagna (+0,1%) e, sostanzialmente, anche se con valori lievemente migliori, anche a livello nazionale (+0,4%). I principali settori economici risultano il Commercio (2.020 imprese femminili, 26,3% sul totale delle imprese femminili), l’Agricoltura (1.395, 18,1%), le Altre attività di servizi (1.025, 13,3%), gli Alberghi e ristoranti (894, 11,6%), l’Industria Manifatturiera (668, 8,7%) e le Attività immobiliari (401, 5,2%); il settore con la più alta incidenza percentuale delle imprese femminili (sul totale delle imprese attive) è quello relativo alle Altre attività di servizi (56,1%).

Rispetto al 31 dicembre 2016, calano le imprese femminili attive del Commercio (-1,2%), dell’Agricoltura (-2,7%) e del Manifatturiero (-1,0%); crescono invece quelle dei settori Altre attività di servizi (+2,1%), Alberghi e ristoranti (+1,4%) e Immobiliare (+1,8%). Riguardo alla natura giuridica delle imprese femminili, prevalgono le imprese individuali (5.288 unità, 68,7% del totale delle imprese femminili), in diminuzione dello 0,4%, seguite dalle società di persone (1.310 unità, 17,0%), anch’esse in calo del 3,1%, e dalle società di capitale (947 unità, 12,3%), in crescita del 4,4%; le imprese individuali sono anche quelle con la maggiore incidenza percentuale sul totale delle imprese attive (24,4%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento