Mercoledì, 28 Luglio 2021
Economia

Oltre cento imprenditori artigiani al seminario online per ripartire in sicurezza

Promosso da Confartigianato Federimpresa Cesena sulle procedure relative alle riaperture in sicurezza delle attività

Sono stati centoundici gli imprenditori collegati al seminario on line  promosso da Confartigianato Federimpresa Cesena sulle procedure relative alle riaperture in sicurezza delle attività, tenutosi il 6 maggio, un’altra risposta molto positiva dopo l’ampia partecipazione ai videoeventi  in diretta streaming sulla pagina Facebook avviati da Confartigianato nel mese di aprile per informare e accompagnare le imprese nella traversata dell’emergenza sanitaria ed economica.

Sono intervenuti Eugenio Battistini, responsabile Area Categorie e Mercato, Emanuela Magrini, responsabile del Servizio Ambiente e sicurezza e Margherita Lorefice del Servizio Ambiente e Sicurezza.

“La premessa di fondo – ha rimarcato Battistini – è che le imprese debbono lavorare rispettando i protocolli di sicurezza ed adottando tutti i comportamenti formali e sostanziali idonei. Molte imprese hanno ripreso l’attività, altre sono pronte a ripartire, come acconciatrici ed estetiste e ci stiamo battendo per far sì che avvenga in anticipo rispetto al 1° giugno fissato dal Governo nelal fase due. Confartigianato nazionale ha anche dato il via alla campagna di comunicazione #Ripartiamo per spiegare come le attività artigiane sono pronte per aprire, garantendo la sicurezza dei cittadini”.

“Tante sono state le domande degli imprenditori – aggiunge Battistini – che hanno potuto interagire  sui temi della predisposizione del  materiale informativo sulle nuove disposizioni di sicurezza, della applicazione delle corrette modalità di ingresso al lavoro lavoratori e  fornitori esterni; della pulizia e della sanificazione in azienda; della adozione delle precauzioni igieniche personali e dei dispositivi di protezione individuale. Si tratta di misure che tutte le imprese sono in grado di rispettare nei protocolli per lavorare in sicurezza”.

“Le misure rivolte a contenere il rischio di contagio – ha messo in luce la responsabile Emanuela Magrini – sono il distanziamento sociale, l’igiene personale, la pulizia e la sanificazione di ambienti e oggetti, l’identificazione precoce e la gestione di casi di contagio e l’utilizzo di idonei dispositivi di protezione individuale. Le misure vanno adattate e personalizzate rispetto al settore di appartenenza, alle caratteristiche della singola azienda, in particolare alla tipologia di lavoro effettuato, al numero degli addetti, alla dimensione degli ambienti di lavoro e alle relazioni con i soggetti esterni. Anche le imprese senza dipendenti, ma che hanno contatto con il pubblico, sono quindi tenute a rispettare specifiche prescrizioni comportamentali”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre cento imprenditori artigiani al seminario online per ripartire in sicurezza

CesenaToday è in caricamento