I giovani prendono coraggio e investono: nuove aperture di bar e ristoranti

"Il problema di fondo è quello che le nuove attività e anche quelle già consolidate permangano con successo nel mercato", dicono i presidente Fipe Confcommercio baristi e ristoratori Angelo Malossi e Vincenzo Lucchi

Crescono i pubblici esercizi nel territorio cesenate. Anche nel 2016 si registrano nuove aperture di bar e ristoranti in tutto il comprensorio. "Un trend in ascesa - dicono i presidente Fipe Confcommercio baristi e ristoratori Angelo Malossi e Vincenzo Lucchi -: del 4% per quel che concerne i nostri associati, con un turn over spiccato. Il problema di fondo è quello che le nuove attività e anche quelle già consolidate permangano con successo nel mercato. Negli ultimi anni, l’aumento di i costi di gestione  delle materie prime, del carico fiscale nonché di quello burocratico hanno ridotto i margini di redditività e le imprese debbono affidarsi ai dei business model scientifici per poter efficacemente affrontare l’amministrazione finanziaria”.

Per questa ragione martedì alle 15, alla sala convegni della Basilica del Monte di Cesena, Fipe e Rigenera Impresa, la società sorta in seno a Confcommercio per affiancare gli imprenditori nella gestione finanziaria, promuovono l’incontro “Dentro al cambiamento: la nuova gestione del bar e del ristorante”. "L’incontro - spiega il coordinatore di Rigenera Albero Pesci - riguarderà l’analisi di tutti i dati dell’impresa che concernono il miglioramento della redditività aziendale, allo scopo di conseguire l’ottimizzazione della gestione produttiva, commerciale economica, finanziaria e patrimoniale. In questo modo è possibile arginare il fenomeno dell’uscita anticipata dal mercato o dell’ ingresso nello stesso senza un accurato business ala che accompagni il progetto aziendale, tra le cause maggiori degli insuccessi imprenditoriali. Verranno prodotte simulazioni di corretti bilanci aziendali, con tutte le voci che riguardano l'attività d'impresa con valutazioni oggettive dell'incidenza delle singole voci stesse”.

“Tra gli imprenditori dei pubblici esercizi cesenate - aggiungono i presidenti Malossi e Lucchi - si sta abbassando l’età media con diversi giovani che in questi anni si sono avviati nel mestiere, grazie anche ai corsi di Iscom, fucina di nuovi baristi e ristoratori. Si tratta di imprenditori ben orientati all’innovazione e alla gestione finanziaria nell’ottica oculata e scientifica che Rigenera promuoverà nell’incontro. All interlocutori istituzionali pubblici Fipe Confcommercio d’altro canto rinnova l’appello a ridurre un carico fiscale troppo penalizzante e introdurre sistemi di premialità come è avvenuto con l’azzeramento della tassa di occupazione su suolo pubblico per gli esercizi pubblici divenuti info-point”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto auto-scooter sulla via Emilia: grave una donna sbalzata contro il parabrezza

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Boato nella notte, la banda del bancomat fa saltare lo sportello automatico

  • Alza il gomito davanti agli agenti, poi si mette alla guida ubriaco: 'stangato' 50enne

Torna su
CesenaToday è in caricamento