Nuova privacy per le imprese cesenati: Confcommercio fa il punto

Un appuntamento importante per migliaia di imprese cesenati e territoriali. Cat Ascom Servizi, con il contributo della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con Confcommercio cesenate e Ri-Genera Impresa e Asseprim

Incombe anche sulle piccole e medie imprese di commercio, turismo e terziario un nuovo adempimento, quello di recepire il  regolamento europeo sulla privacy, a cui far fronte entro il 25 maggio. Un appuntamento importante per migliaia di imprese cesenati e territoriali. Cat Ascom Servizi, con il contributo della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con Confcommercio cesenate e Ri-Genera Impresa e Asseprim, promuove un seminario per giovedì nei locali di Cook, in via Leopoldo Lucchi, al centro Montefiore, dal titolo "Nuova normativa europea sulla privacy. Sei pronto al cambiamento?". Aprirà i lavori il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani e interverranno Federico Sapienza, segretario generale Asseprim, che tratterà il tema del valore dei servizi professionali d'impresa; Arturo Dell'Isola, socio fondatore dello studio Ed, che illustrerà la nuova normativa europea sulla privacy e Mirko Golinucci, coordinatore del servizio  sulla privacy), che presenterà l'attività di assistenza messa a disposizione delle imprese.

"Il nostro obiettivo - spiegano il presidente Confcommercio Augusto Patrignani, il direttore Giorgio Piastra e il vicedirettore Alberto Pesci - è di essere sempre al fianco delle imprese e di mettere a loro disposizione un kit per così dire di pronto intervento per adeguarsi alle novità e nel contempo di formare le nuove imprese al cambiamento. Al centro della questione c'è la questione della protezione dei dati personali, che riguarda tutte le imprese, visto che che sono titolari del trattamento di dati patrimoniali di azienda, clienti, fornitori, dipendenti e reputazione aziendale. Bisogna predisporsi già prima del 25 maggio, fra cui nominare un responsabile interno all'aziendale coordinare il procedo di adeguamento alla normativa e definire un registro del trattamento dei dati. la mancata conformità alle nuove disposizioni potrebbe costare cara  alle aziende chenon soddisfano i requisiti e gli obblighi previsti. Confcommercio, come sempre avviene in questi passaggi impegnativi, si propone di di affiancare gli imprenditori aiutandoli ocncretamete  con un supporto qualificato per farsi trovare pronte all'introduzione delle nuove regole".

"Sull'altro versante della tutela sindacale che la nostra organizzazione presidia con vigore per stimolare chi amministra a creare un ambiente più favorevole a chi fai impresa - aggiunge Patrignani - continuiamo a chiedere un alleggerimento della morsa burocratica anche attraverso l'adozione di provvedimenti che si attaglino alle piccole imprese, che costituiscono la stragrande maggioranza del tessuto produttivo. Non solo i disagi, ma anche e soprattutto i costi della eccessiva burocrazia sono una spada di Damocle specie per le piccole imprese meno strutturare , per cui è necessario che regolamenti e adempimenti non assumano carattere vessatorio e siano più a misura del piccolo come lo stesso Smal Business Act, adottato dieci anni fa, da parte della Commissione Europea, imponeva di fare gettando le  basi per l’inizio di un percorso volto alla creazione di un ambiente economico focalizzato sulle piccole e medie imprese, secondo lo slogan “Pensare anzitutto in piccolo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento