Inaugurato a Cesenatico il punto vendita Scuola Nazionale Merceria

L’intento era di modernizzare le mercerie e potenziare il loro ruolo come centro di aggregazione per gli appassionati di ricamo, tecniche di taglio e cucito e bricolage, con corsi per principianti ed esperti

Taglio del nastro per il primo punto vendita della Scuola Nazionale di Merceria, a Cesenatico in via Saffi 25. La Scuola è nata per dare un futuro a un settore che rischia di trovarsi impreparato alle sfide della modernità e per coltivare il sapere antico delle arti femminili. Ora ha aperto il suo primo punto vendita, che si chiama “La mia merceriA”, proprio a Cesenatico. Grazie alla pluriennale esperienza di Walther Soldati, fondatore nel 1982 della Fil-Mec sas di Cesena (uno dei più importanti ingrossi di merceria in Italia), fu creata la Scuola Nazionale di Merceria.

L’intento era di modernizzare le mercerie e potenziare il loro ruolo come centro di aggregazione per gli appassionati di ricamo, tecniche di taglio e cucito e bricolage, con corsi per principianti ed esperti. Nel corso di dieci anni molti sono gli allievi, provenienti da tutta Italia, che hanno frequentato i numerosi corsi della Scuola. E diverse sono le mercerie aperte da chi aveva frequentato il corso di gestione della merceria: tipologie di prodotto, lancio di nuove proposte, stimolo all’acquisto, marketing, gestione del magazzino e cenni contabili e amministrativi.

“Era arrivato il momento di fare un ulteriore passo in avanti - spiega Walther Soldati -. Dopo aver insegnato a tanti aspiranti commercianti a diventare merciai, sottolineando anche le difficoltà che ci sono oggigiorno a fare impresa, abbiamo deciso di aprire noi un punto vendita per rendere ancora più evidente quello che fino a ieri spiegavo a parole, durante le lezioni. Si tratta di un vero e proprio “prototipo”, il numero zero, che può diventare la base di riferimento per tanti altri negozi, fonte di ispirazione e modello per altre mercerie. Abbiamo deciso di chiamarlo “La mia merceriA” (la merceria con la A maiuscola) per sottolineare la possibilità di personalizzarlo in base alle esigenze e alle possibilità del gestore”.

“Abbiamo scelto Cesenatico - continua Cesare Soldati, responsabile amministrativo della Fil-Mec - perché è una bella città, viva tutto l’anno e conosciuta in tutta Italia. E perché ci sembrava che proprio qui ci fosse bisogno, più che in altre città romagnole, di una merceria specializzata”. All’inaugurazione erano presenti il sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli, Fabrizio Albertini e Barbara Pesaresi, rispettivamente presidente e responsabile della sede di Cesenatico della Confesercenti Cesenate e Graziano Gozi, direttore della Confesercenti Cesenate. "Riteniamo sia un bel progetto che approda in questa città - commenta Gozi - e veder aprire, dopo una bella esperienza e un approfondito studio, un negozio specializzato come questo a Cesenatico è sicuramente un bel segnale per la città. La presenza del sindaco, in questo momento, è un ulteriore gesto di valorizzazione della vitalità che le piccole imprese e il commercio rappresentano. A Walther, Cesare e al loro staff, vanno i nostri migliori auguri di un prospero buon lavoro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento