Mercato ortofrutticolo, un 2018 che lascia molto soddisfatti i produttori

"Gli imprenditori agricoli sono soddisfatti delle quotazioni raggiunte dai loro prodotti"

Alla fine dell'anno è sempre tempo di bilanci. E il Mercato ortofrutticolo guarda con soddisfazione ai risultati che i produttori hanno realizzato conferendo nella propria piattaforma all'ingrosso. Alcuni risultati di produzioni di alta qualità: pesche e nettarine sono state pagate 1,50 euro al chilo, le ciliegie hanno superato 3,5 euro al kg, gli asparagi 3,75 euro al kg e i fagiolini raccolti a mano 2,23 euro al kg.

"Gli imprenditori agricoli che frequentano il nostro Mercato sono soddisfatti delle quotazioni raggiunte dai loro prodotti - spiega Domenico Scarpellini, amministratore unico di Filiera Ortofrutticola Romagnola Spa, la società di gestione della struttura mercatale di Cesena - Quotazioni costantemente superiori rispetto agli altri punti di conferimento, che garantiscono ai produttori una giusta remunerazione per il loro lavoro. Grazie a questi risultati molte imprese agricole condotte da giovani under 40 guardano con interesse alla piattaforma del Mercato di Cesena".

Attualmente sono oltre 200, tra fissi e stagionali, i produttori che gravitano attorno alla struttura mercatale di Pievesestina, una realtà sempre più competitiva, sia per il mondo produttivo che per il resto della filiera. "Anche gli operatori acquirenti sono soddisfatti dell'offerta del Mercato, dei servizi erogati e della qualità dell'ortofrutta commercializzata, all'insegna della tipicità, della freschezza e della salubrità - aggiunge Scarpellini - Il percorso intrapreso di valorizzazione del prodotto ortofrutticolo, che si riflette anche nelle buone liquidazioni riscontrate, permette di avere una qualità mediamente superiore. Al Mercato di Cesena si può trovare anche frutta e verdura a prezzi competitivi, grazie ai grossisti che, in funzione dei servizi messi loro a disposizione, riescono ad operare con più efficienza rispetto ad altri punti di vendita".

A proposito di qualità, il Mercato di Cesena ha scelto la via dell'autocontrollo e ogni settimana un laboratorio di analisi accreditato compie dei prelievi per analizzare frutta e verdura. "Nell'ultimo trimestre dell'anno sono stati effettuati oltre 200 prelievi e meno del 2% di questi non corrispondeva, seppur di poco, ai requisiti normativi - sottolinea il direttore Matteo Magnani - Questo al primo prelievo, perché ai successivi controlli sono rientrati nei parametri di legge. Abbiamo analizzato tutti i prodotti, dalle mele agli ortaggi, dalle patate alle cipolle: uno screening completo sull'offerta del nostro mercato, sia per i produttori che per i grossisti. Con queste analisi tocchiamo con mano la grande professionalità dei produttori e dei commercianti che operano nella nostra struttura: questa garanzia sanitaria è anche un incentivo per gli acquirenti a rifornirsi al Mercato oOrtofrutticolo di Cesena, ci sono dettaglianti che desiderano avere i dati dei nostri controlli per poterli pubblicizzare presso i propri negozi e renderli così noti ai consumatori – conclude Matteo Magnani - come un valore aggiunto legato all'ortofrutta che acquistano, sempre caratterizzata da freschezza, tipicità e salubrità"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento