Mercato immobiliare in ripresa: comprare casa a Cesena costa 1.953 euro al metro quadro

Proseguendo il trend di ripresa già evidenziato nei primi sei mesi del 2017, i prezzi del mattone in Emilia Romagna tornano a salire

Cresce il mercato immobiliare nel comune di Cesena. E' quanto emerge dai dell’Osservatorio di Immobiliare.it. Proseguendo il trend di ripresa già evidenziato nei primi sei mesi del 2017, i prezzi del mattone in Emilia Romagna tornano a salire: per gli immobili in vendita i prezzi hanno guadagnato stabilità, variando in positivo dello 0,1% nel terzo trimestre 2017, mentre quelli per le locazioni sono aumentati dello 0,6%. Chi decide di comprare casa in Emilia Romagna, a settembre 2017 ha speso mediamente 1.938 euro al metro quadro; chi ha scelto la locazione ha pagato un canone pari a 8,90 euro al metro quadro.

Bologna e Rimini si confermano le città più costose per gli acquisti immobiliari: se, però, nel capoluogo di regione i prezzi sono cresciuti dell’1% nel terzo trimestre dell’anno, arrivando a una media di 2.628 euro al metro quadro, nella seconda si è rilevato un calo dell’1,1%, con un costo medio pari a 2.498 euro per metro quadrato. La ripresa maggiore si registra a Cesena, con un incremento dell’1,6%. Per comprare casa nella città malatestiana occorre spendere 1953 euro al metro quadro, con una flessione dell'1,3% rispetto al settembre dello scorso anno.

Stenta ancora la ripresa nel comune di Forlì, dove i costi delle case nell’ultimo trimestre hanno perso l’1,9%. Il costo medio per metro quadrato è di 1609 euro, con una flessione del 2,8% rispetto al settembre dello scorso anno. Negli ultimi tre mesi a crescere di più sono state le locazioni a Modena, Parma (+2,1%) e Rimini (+1,9%). Quest’ultima città, come nel caso delle vendite, è seconda solo a Bologna per i prezzi richiesti: a Rimini si pagano mediamente 9.40 euro al metro quadro; a Bologna se ne chiedono in media 11.43.

L'andamento degli affitti

Sul fronte affitti la ripresa appare più evidente, tanto che nei tre mesi da giugno a settembre l’oscillazione è positiva dello 0,6%. Ma se questa è la media regionale, guardando all’andamento dei canoni richiesti per l’affitto di immobili residenziali nei comuni capoluoghi di provincia gli incrementi sono più consistenti. Negli ultimi tre mesi a crescere di più sono state le locazioni a Modena, Parma (+2,1%) e Rimini (+1,9%). Quest’ultima città, come nel caso delle vendite, è seconda solo a Bologna per i prezzi richiesti: a Rimini si pagano mediamente 9.40 euro al metro quadro; a Bologna se ne chiedono in media 11.43. A Forlì il prezzo è di 7,90 euro al metro quadro, con un incremento del 2,6% sul settembre del 2016 e dell'1,1% rispetto a giugno. A Cesena il prezzo è di 8,64 euro al metro quadro, con un aumento dell'1% su giugno ed un calo dell'1% sul settembre del 2016.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento