menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato del mattone in provincia: stabili i prezzi delle case, ma aumentano gli affitti

Bilancio stabile nei primi tre mesi dell’anno per il mattone in Emilia Romagna. Lo evidenziano i dati dell’Osservatorio di Immobiliare.it

Bilancio stabile nei primi tre mesi dell’anno per il mattone in Emilia Romagna. Come evidenziato dai dati dell’Osservatorio di Immobiliare.it sia sul fronte delle vendite che su quello degli affitti, le variazioni dei prezzi del mattone in regione risultano minime. In particolare, si osserva rispetto a dicembre 2020, un aumento di 0,9 punti percentuali per i prezzi di vendita, che si attestano a una media di 1.957 euro al metro quadro. Completamente invariati invece i canoni di locazione nel confronto con il trimestre precedente e un costo medio richiesto di 10,60 euro/mq.

In tutta la regione i prezzi restano piuttosto stabili con poche eccezioni: ad esempio Bologna, che in provincia vede i prezzi aumentare (+1,3%), e la provincia di Ferrara in cui invece i costi sono scesi in maniera significativa negli ultimi 3 mesi andando a registrare il -4,6%. Per quanto riguarda i costi, il capoluogo di regione resta la città in cui costa di più acquistare casa: a Bologna infatti il costo al metro quadro è di 3.044 euro, segue la provincia di Rimini, con prezzi al metro quadro pari a 2.781 e infine la città di Rimini dove si sfiorano i 2.500 euro. per quanto riguarda la provincia di Forlì-Cesena sul lato prezzi si registra una leggerissima flessione (-0,4%), il costo medio richiesto è di 1991 euro al metro quadrato.

Anche nel settore delle locazioni Bologna conferma prezzi nettamente superiori alle altre città e la sua media di 13,50 euro/mq risulta stabile nell’ultimo trimestre. Nel primo trimestre del 2020 nessun balzo netto per i prezzi di affitto, tranne nella provincia di Rimini dove invece si sono persi 6,3 punti percentuali negli ultimi 3 mesi e addirittura 20 punti se si guarda al semestre passato. Le province di Forlì-Cesena e di Ravenna segnalano entrambe un costo medio di 12,60 euro/mq e al terzo posto della classifica delle località più care in Emilia Romagna, la provincia di Rimini con un costo di 12 €/mq. Oscillazioni oltre i due punti percentuali per la provincia di Parma (+3%), la città di Piacenza che guadagna 2,6 punti percentuali, le province di Ravenna e di Forlì-Cesena (+2,4%), e infine la provincia di Reggio Emilia e la città di Rimini che perdono quasi 3 punti percentuali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento