Savignano, nuove "casette" per il mercatino degli agricoltori

L'offerta a km zero dei produttori agricoli dell'area del Rubicone viene ora allestita, ogni sabato pomeriggio, sotto a sei gazebo tre metri per tre

Ha festeggiato i dieci anni di attività con un “look” rinnovato: a Savignano il 2016 il “mercatino degli agricoltori” del sabato pomeriggio è partito con un allestimento nuovo di zecca grazie ai nuovi gazebo predisposti dall'Amministrazione comunale. L'offerta a km zero dei produttori agricoli dell'area del Rubicone viene ora allestita, ogni sabato pomeriggio, sotto a sei gazebo tre metri per tre di un nuovo color vinaccia che richiama il calore dei prodotti della terra. Su ogni gazebo, dal caratteristico “tetto” a pagoda, si legge, a caratteri bianchi, la scritta “Mercatino degli agricoltori” con il logo del Comune di Savignano.

“Questo restyling vuole far sì che il mercatino non sia solo un'opportunità di risparmio per la spesa settimanale delle famiglie - spiega il sindaco Filippo Giovannini - ma diventi occasione per una piacevole passeggiata pomeridiana in centro storico. Abbiamo voluto dare uniformità visiva a un mercatino di per sè sempre colorato e molto vario, affinchè si percepisca in maniera più immediata l'appartenenza di tutti gli stand ad un'unica rete coesa di produttori del territorio e sia più bella e omogenea la vista d'insieme delle bancarelle”.

Il mercatino ha debuttato a Savignano nel 2005, festeggiando appunto dieci anni proprio nell'appena concluso 2015: il Comune di Savignano è stato infatti il primo della provincia di Forlì-Cesena a far partire questo tipo di esperienza. Negli anni il mercatino ha cambiato sede: dapprima in piazza Borghesi, poi in corso Vendemini e da pochi anni di nuovo nella piazza centrale.

“Agli stand sempre presenti si aggiungono – spiega l'assessore all'Agricoltura Natascia Bertozzi – a seconda dei mesi, anche alcuni venditori stagionali: speriamo che il numero di attività agricole che scelogono questa forma di vendita diretta possa sempre aumentare, se ci sono richieste possiamo riaprire il bando per le iscrizioni”. Ogni sabato dalle 15.30 i produttori sono almeno mezza dozzina, con un'offerta di specialità a km zero che spazia non solo dall'ortofrutta di stagione al vino, ma include anche piantine stagionali e legna da ardere.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento