Manovra, Confartigianato: "Vinta una battaglia storica della riduzione delle tariffe Inail"

E’ il commento di Confartigianato cesenate sulla manovra del Governo

"La legge di bilancio contiene apprezzabili segnali di attenzione alle piccole imprese, ma preoccupano le incognite sulla tenuta dei nostri
conti pubblici e sulle prospettive dell’economia". E’ il commento di Confartigianato cesenate sulla manovra del Governo. "Il Governo – mette in luce il Gruppo di Presidenza – ha recepito le nostre sollecitazioni, in particolare con le misure che prevedono la riduzione delle tariffe Inail per gli artigiani, una battaglia che anche nel nostro territorio stiamo conducendo da più lustri, l’innalzamento da 40.000 a 150.000 euro della soglia di affidamento diretto degli appalti, l’aumento della deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali delle imprese”.

Confartigianato giudica "positivamente anche la riduzione della pressione fiscale sulle piccole imprese con l'introduzione sia pur parziale della flat tax, le proroghe delle detrazioni fiscali per ristrutturazioni degli immobili, riqualificazione ed efficienza energetica, acquisto di mobili, cura e sistemazione del verde, la conferma dell’iperammortamento e della formazione 4.0, le risorse per l’autotrasporto merci, la cedolare secca sugli affitti degli immobili commerciali e produttivi, la spinta agli investimenti pubblici in infrastrutture con lo sblocco dei bilanci dei Comuni virtuosi".

“Ma l’impegno per rilanciare la nostra economia – aggiunge  il Gruppo di Presidenza - non si deve esaurire con la manovra. Va alimentato con una costante attenzione ai quattro milioni di piccole imprese italiane e puntando con decisione sugli investimenti pubblici e su quelli privati. Soltanto così si potranno realizzare le condizioni per creare lavoro di cittadinanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento